Zoologia: pipistrelli, amici fedeli

I pipistrelli non finiscono mai di stupirci. Capacità sensoriali, longevità, resistenza agli agenti patogeni… Osservando le circa 1.400 specie che compongono questo gruppo di mammiferi volanti, la scienza sta gradualmente portando alla luce un vero e proprio continente di comportamenti complessi. Così, al di là delle loro particolarità fisiologiche, i chirotteri sono diventati un campo privilegiato per lo studio delle relazioni sociali degli animali. Colonie di centinaia, di migliaia di individui, che si sfaldano e si riuniscono durante l’anno; genitori che collettivamente allevano i piccoli, li accudiscono, li nutrono; femmine toelettatura, riscaldamento. Un repertorio degno dei primati o dei grandi mammiferi marini. “Ma con un cervello grande quanto un dito”si meraviglia dell’etologo Cédric Sueur, docente all’Università di Strasburgo.

Reputata particolarmente fedele, la creatura spinge l’altruismo al punto da condividere con il suo meglio ” amiche “ il sangue che prende dalla sua preda

Quindi i ricercatori stanno cercando di capire cosa tiene insieme questi gruppi e come si formano. “Di solito negli animali si riduce a tre fattori principali: parentela, dominanza ed età”ricorda Cédric Sueur. Interagiamo con i nostri genitori, i nostri fratelli, le nostre sorelle; con i suoi “maestri”; con individui della stessa età. “Impara la vita sociale con i tuoi piccoli amici, come all’asilo nido, e lì crei dei legami”dice il ricercatore.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Pipistrelli, uccelli quasi come tutti gli altri

Il team di Gerald Carter della Ohio State University ha scelto l’immagine di “aule universitarie” per descrivere la sua ultima scoperta, pubblicata sulla rivista Lettere di biologia, 5 aprile. La temporanea vicinanza imposta agli studenti americani in questi alloggi spesso forgia amicizie durature, ampiamente studiate dalla sociologia. I ricercatori hanno quindi riprodotto la situazione, allo Smithsonian Institute di Panama, con la loro specie preferita: Desmodus rotondoin altre parole il pipistrello vampiro. Reputata particolarmente fedele, la creatura spinge l’altruismo al punto da condividere con i suoi migliori “amici” il sangue che prende dalla sua preda.

” Lontano dagli occhi, lontano dal cuore “

Ventuno di loro furono catturati in tre gruppi distinti, poi messi insieme per sei settimane nella stessa voliera. I ricercatori hanno quindi formato sette trii, composti da individui provenienti dalle tre diverse colonie originarie, che hanno isolato per una settimana. Infine, i ventuno mammiferi sono stati riassemblati e monitorati per nove settimane utilizzando telecamere a infrarossi.

Hai ancora il 31,64% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Leave a Comment