VIDEO. Questi animali da fattoria risvegliano e calmano i bambini con disabilità

I vantaggi della mediazione animale sono molteplici. A lungo sottovalutata in Francia, questa pratica è ora spesso utilizzata nelle strutture sanitarie. Pascale, un’insegnante di scuola, ha anche deciso di andare oltre offrendo sessioni ai bambini con disabilità. Luce su questa superba iniziativa.

Riduzione dello stress e dell’ansia, sviluppo dell’autonomia e del senso di responsabilità, rafforzamento della fiducia in se stessi… Ecco, tra gli altri, i tanti benefici della mediazione animale e che sono molto utili per i bambini con disabilità, autismo, polihandicap, dislessici o difasici. E questo, Pascale capì subito.

Per risvegliare i bambini con disabilità o in difficoltà, questo insegnante propone sessioni divertenti ed educative in compagnia degli animali della fattoria. Coccolare un asino, dare da mangiare a un coniglio, accarezzare una capra… Queste sono le attività a cui partecipa ogni settimana il giovane Ydriss, che ha una disabilità mentale. E i risultati sono eccellenti.

“L’animale capirà immediatamente come si sente la persona di fronte a lui. Man mano che vado al lavoro, vedrò davvero il comportamento del mio animale che cambierà e che sarà lo specchio del comportamento della persona.

Pascale, intervistato da Vews – RTBF

Guarda (un video di RTBF):

estratti:

“I genitori che vengono a trovarmi sono spesso per bambini iperattivi […] che hanno perso la loro posizione nella società. Grazie all’animale, invece, li riportiamo ai loro sentimenti, alle loro emozioni che spesso vengono completamente dimenticate”.

“Quello che vorrei è che le persone si rendessero conto di quanto siano importanti gli animali nelle nostre vite. Non maltrattarli, abbiamo bisogno che sappiano vivere in armonia con la natura, in armonia con la società. Ogni animale ci porta qualcosa”.

Sessioni ricche di lezioni.

Leave a Comment