VIDEO. Presidenziale: Jean Lassalle definisce un giornalista un “cane”, France Info condanna le sue osservazioni

l’essenziale
Il canale pubblico ha condannato le osservazioni fatte mercoledì sera da Jean Lassalle contro il suo editorialista Renaud Dély.

“E’ un cane, non ha il diritto di scrivere quello che ha scritto!” ha esclamato Jean Lassalle sul set di France Info durante un’intervista a Gilles Bornstein. Il candidato di Resist! taglia il giornalista per insultare un altro membro della redazione del canale pubblico. “Vorrei semplicemente dire a Renaud Dély che sono profondamente dispiaciuto per quello che ha scritto. Anche se è France Info, è un cane. È un cane!”, ha martellato, digitando il pugno sul tavolo, prima di aggiungere: “Come funziona questo uomo mi conoscete? Non vale la pena dare giudizi così seri!”.

Le spiegazioni di Jean Lassalle

Il candidato Jean Lassalle critica il giornalista di France Info per averlo chiamato cospiratore: mi chiama “cospiratore sul campo” senza alcun argomento tangibile a sostegno della sua tesi”. in particolare ha twittato il Béarnais per giustificare il suo intervento sul televisore.

La reazione di France Info

Il giorno dopo i fatti, France Info si è espressa tramite un tweet per “condannare i commenti fatti mercoledì 6 aprile da Jean Lassalle”. Il canale sostiene Renaus Dély e indica che in nessun caso l’insulto ha un posto nel dibattito pubblico e non può intimidire giornalisti e redattori che fanno il loro lavoro.

Leave a Comment