VIDEO. A Charleville-Mézières, quest’estate un bar-ristorante lungo la Greenway

io
devi immaginare, sorride Loïc Dulin mentre passeggia dentro e intorno alla casa abbandonata situata sullo Chemin de Halage, in un luogo chiamato Côte de Bois-en-Val, di fronte alla zona industriale di Forges Saint-Charles. Ci vuole una buona dose di fantasia per convincersi che il prossimo luglio, se tutto andrà bene, verrà realizzato uno snack bar nel seminterrato della casa abbandonata, accompagnato da un campo da bocce e da un relax. Anche il pavimento della casa sarà completamente ristrutturato in modo che una persona faccia da custode del luogo.

Proprietà della città dal febbraio 1976, la casa è stata affittata dal 1985 al 2019 prima di essere occupata e degradata, come dimostrano i tanti cartellini e rifiuti di ogni genere che abbondano in natura (barattoli di vernice, barattoli, -shock o anche vetro, tra gli altri).

La prossima settimana lavori di pulizia

Per far rivivere questo spazio dove si è insediata una discarica selvaggia, il Comune ha deciso, durante l’ultimo consiglio comunale, la vendita all’euro simbolico di questo luogo abbandonato a Loïc Dulin e ai suoi soci, che avevano risposto a un invito a progetti di destinazioni turistiche lanciato da la città. ” Ho visto questa casa abitata da bambino, ricorda Loïc Dulin, originario di Sedan. Molte persone camminano sulla Greenway ma non è affollata. Quando ho visto il pannello della call for projects, mi sono detto che dovevo fare qualcosa. Alain Barthélémy, vicesindaco incaricato dello sviluppo, dei lavori e della mobilità, spiega l’approccio del Comune: Non vogliamo vendere sistematicamente Quello che vogliamo è dare nuova vita a questo edificio. »

Le prossime settimane si preannunciano impegnative per l’educatore sportivo della società di canottaggio della città carolingia, che ha creato l’associazione senza scopo di lucro di Bois-d’en-Val per soddisfare i desideri del Comune. Dalla prossima settimana, una dozzina di persone pulirà il sito prima di iniziare i lavori di ristrutturazione. ” Non sarò solo “, sottolinea Loïc Dulin, che sarà accompagnato da Carline Bavois e Pierre Durand nel suo progetto. Per quanto riguarda le attività nautiche, bisognerà attendere il prossimo anno (vedi sopra). ” Vorrei poter sviluppare il turismo attraverso le attività nautiche”, dice Loïc Dulin.

Attività nautiche dall’estate 2023

Avanza passo dopo passo. Questo è il motto di Loïc Dulin e dei suoi collaboratori. Se quest’estate il bar-ristorante dovesse vedere la luce del giorno, bisognerà attendere l’estate del 2023 per praticare diverse attività nautiche. “Sto chiedendo informazioni sull’acquisto di attrezzature nautiche di seconda mano come canoe-kayak, scivoli Loïc Dulin, che vorrebbe anche sviluppare sessioni di paddle. Conosciamo la Mosa dalla Greenway ma non necessariamente la conosciamo essendo sull’acqua. Mi piace l’idea di permettere alle famiglie di godersi la canoa e il kayak sulla Mosa. »

Leave a Comment