un’azienda americana di biogenetica vuole resuscitare i mammut

Inserito


Articolo scritto da

L.de La Mornais, T.Donzel, A.Monange, L.Setyon, K.Sullivan -Francia 2

Televisori Francesi

Una start-up americana composta da genetisti ha raccolto 15 milioni di dollari per un progetto tanto ambizioso quanto insolito: riportare in vita i mammut. In caso di successo, l’esperimento potrebbe consentire di combattere il riscaldamento globale e l’estinzione delle specie animali.

Dei mammut restano oggi solo gli imponenti scheletri, nelle gallerie preistoriche dei musei. Tra qualche anno potrebbe essere possibile vederli camminare di nuovo nella natura. Questo è il progetto degli scienziati americani, che vogliono resuscitare i mammut. Ben Lamm dirige la società di biogenetica Colossal, che ha appena avviato il progetto. “Il mammut su cui stiamo lavorando avrà all’incirca le dimensioni di un elefante africano. Penso che 20 anni siano l’orizzonte ragionevole per sperare di vedere la fauna preistorica nell’Artico”confida quest’ultimo.

Per ricreare i giganti della preistoria, Colossal intende utilizzare la genetica e il DNA di mammut congelato e integrarlo con il DNA di elefante, con il quale ha più del 99% dei geni in comune. Per gli scienziati, l’interesse sarebbe duplice. In passato, i mammut agivano come rigeneratori del permafrost, affondando il ghiaccio di questo terreno ghiacciato nelle regioni settentrionali, che ha un ruolo cruciale nello stoccaggio del carbonio. Il loro ritorno sulla terra sarebbe quindi vantaggioso nella lotta alla crisi climatica. L’esperimento permetterebbe poi di poter riutilizzare la tecnica messa a punto per salvare altre specie, estinte o in via di estinzione.

Leave a Comment