una ragazza che soffriva di una grave intossicazione alimentare

Pochi giorni prima di soffrire di questi sintomi, la piccola aveva mangiato a sorpresa un Kinder. Sua madre ha telefonato su Facebook.

In Francia, la Sanità pubblica ha svolto indagini che hanno permesso di stabilire il collegamento tra 15 pazienti affetti da salmonellosi e il consumo di prodotti Kinder fabbricati in uno stabilimento in Belgio. Situata ad Arlon, questa fabbrica è stata identificata come punto di partenza per molti casi di avvelenamento in Europa. È stata aperta un’inchiesta giudiziaria.

Perché anche oltre Manica ci sono vittime dei cioccolatini Kinder. Il Daily Mail riporta la testimonianza di una madre la cui figlia di tre anni ha sofferto di una grave intossicazione alimentare dopo aver mangiato un famoso uovo a sorpresa del marchio. Charlotte Wingfield è tornata alla prova vissuta da sua figlia, Brooklyn-Mai. La bambina aveva avuto la febbre fino a 39, era così debole che non riusciva nemmeno a stare sveglia: “È stato assolutamente straziante vedere la mia bambina solitamente esuberante, avventurosa e molto attiva essere l’esatto opposto di tutto ciò che è di solito.“.

VIDEO – Salmonellosi: chiusa la fabbrica di cioccolato Kinder in Belgio

Stanchezza intensa

All’inizio, i genitori pensavano che la loro figlia avesse un verme allo stomaco. In effetti, essi stessi erano stati vittime molto recentemente. Charlotte Wingfield ha deciso di raccontare la sua storia in un messaggio pubblicato su Facebook. Si è preoccupata quando sua figlia ha iniziato a dormire”21:00 nelle successive 24 ore, poi ha continuato ad addormentarsi mentre faceva le cose“.Assicura che sua figlia non era mai stata malata a un livello simile, aveva “sembra morta dietro i suoi occhi“.

Dopo alcuni giorni, ha iniziato a sentirsi meglio e ha potuto ricominciare a suonare. Sua madre fa appello affinché altri bambini non soffrano la stessa situazione: “Chiunque abbia dei piccoli che mangiano i prodotti al cioccolato Kinder, in particolare le uova a sorpresa e hanno prodotti con la data di scadenza tra l’11 luglio 2022 e il 7 ottobre 2022, per favore buttali via!“.

Nel Regno Unito è stata avviata un’indagine per identificare un collegamento tra i casi di salmonella segnalati da diverse famiglie e i prodotti realizzati dalla società madre di Kinder, Ferrero. “Siamo così dispiaciuti di sapere di Brooklyn-Mai e i nostri sinceri pensieri sono con lei e la sua famiglia in questo momento.“, ha assicurato un portavoce di Ferrero.

VIDEO – Il dottor Christian Recchia: “Attenzione alla maionese e alla mousse al cioccolato fatta in casa: dopo 24 ore in frigo, le dovete buttare”

Leave a Comment