Una persona su sei ha mal di testa ogni giorno, la maggior parte donne

il male alla testa è uno dei disturbi più diffusi al mondo. Un team ha voluto fare il punto e riassumere i dati di numerosi studi disponibili sull’argomento. Quali sono i tipi più comuni di mal di testa? Quali sono i loro durate ? Il loro lavoro è stato pubblicato il 12 aprile sulla rivista Il diario del mal di testa e del dolore.

Quali sono i tipi più comuni di emicrania?

Gli autori hanno considerato tutti gli studi di prevalenza ed epidemiologia sul tema “mal di testa” pubblicata tra il 1961 e il 2020. I dati sono stati estratti e poi sfruttati utilizzando due diversi metodi statistici: l’analisi bidimensionale e un modello di regressione lineare multipla. Sono state analizzate 357 pubblicazioni.

Sono state definite quattro categorie: cefalee di tutti i tipi, emicranie, cefalee tensive e cefalee presenti più di 15 giorni al mese.

Il mal di testa da tensione è il mal di testa prolungato più comune. Si tratta di una dolore continuo, moderato e diffuso nel cranio. Non peggiora con lo sforzo ma viene amplificato dall’ansia o dallo stress. È accompagnato da difficoltà di concentrazione.

Il emicrania verificarsi nelle crisi. Il dolore è localizzato su un lato della testa, è pulsante. A differenza del mal di testa da tensione, il dolore lo è accresciuto dallo sforzo.

Una persona su due ogni anno

Pochi studi erano disponibili nei paesi meno e moderatamente sviluppati. Nella maggior parte dei paesi sviluppati, la prevalenza di cefalee di tutti i tipi era di circa il 52%, il 14% per le emicranie, il 26% per le cefalee tensive e il 4,6% per le cefalee presenti per più di 15 giorni al mese.

Presentato in modo diverso, questo significa che, ogni giorno, quasi il 16% della popolazione mondiale lo fa male alla testa. Dato che gli autori hanno utilizzato le pubblicazioni degli ultimi 60 anni, sembrerebbe che la prevalenza di cefalee di ogni tipo sia in aumento di anno in anno, senza che sia possibile confermarlo con certezza.

Inoltre, nell’arco di un anno, il mal di testa colpisce di più spesso donne (57,8%) di uomini (44,4%). Per quanto riguarda l’età, i mal di testa sono più frequenti dopo pubertà e fino a 60 anni. I bambini, gli adolescenti e gli anziani sono meno colpiti.

Una migliore comprensione e un’accurata caratterizzazione dei mal di testa delle popolazioni consentirebbe di adattare le politiche di salute pubblica. Per questo, sono necessari studi nei paesi a basso e medio reddito. Inoltre, gli autori sottolineano che questionari standardizzati permetterebbero di confrontare i dati di diversi studi.

Sostieni i tuoi media scientifici indipendenti: scopri le nostre formule di abbonamento!

4 buoni motivi per iscriversi a Futura su Patreon:

  1. Un sito senza pubblicità da € 3,29 al mese.
  2. È senza impegno.
  3. Accesso ai contenuti prioritari, in anteprima, solo per te.
  4. Sostieni la nostra attività nel miglior modo possibile. Una vera motivazione per noi!
Mi iscrivo a Futura su Patreon

Interessato a quello che hai appena letto?

Leave a Comment