una partnership con Google per aiutare gli artigiani a padroneggiare meglio Internet

Questo giovedì 21 aprile segna la formalizzazione della partnership tra Google e la Camera dei mestieri e dell’artigianato di Dijon (Côte-d’Or). Cos’è e cosa porterà agli artigiani? Descriviamo in dettaglio questa alleanza.

Non si aspettava una sorpresa del genere. il 24 marzo, Emmanuel Poyen riceve una chiamata da Google. La sovrastruttura americana vorrebbe contattare il presidente di la Camera di Commercio della Franca Contea di Borgogna.

“Questa è una vera opportunità per noi e per gli artigiani, abbiamo fatto di tutto per concludere questa partnership il prima possibile”, lui dice. È quindi quasi un mese dopo questo giovedì, 21 aprile, che il caso si conclude. Il gli artigiani locali sono venuti in gran numero questa mattina per vedere di cosa si trattail gigante di Internet.

Lo scopo di questa partnership è quello di “dare un mattone di conoscenza” artigiani, conoscenze che ovviamente sapranno utilizzare sui tanti possibilità che Google offre. “Vincono tutti”assicura Benoit Bataka, segretario generale di Google France.

Un’occasione per questi ultimi, che non sempre hanno le conoscenze per utilizzare i nuovi strumenti.

L’idea è quella di supportare gli artigiani e spiegare loro cos’è la transizione digitale.

Benoit Bataka, segretario generale Google Francia

Alcuni, tuttavia, rimangono scettici. “Quanto ci costerà? Dubito che qualche azienda lavori gratuitamente”interviene un artigiano. “Zero”risponde Benoît Bataka, il rappresentante del famoso motore di ricerca.

La camera di commercio è lieta di questa partnership. Creata nel 1925 per rappresentare e difendere gli interessi degli artigiani, sostiene e sviluppa le imprese Oggi. Tuttavia, il passaggio al digitale è un passo che va al di là delle sue competenze.

“Abbiamo individuato le esigenze, come farsi conoscere, come utilizzare i social network o il referenziamento per il proprio sito web. Google aumenterà le competenze degli artigiani su questi punti, e li aiuterà a utilizzare al meglio gli strumenti digitali nell’ambito della propria attività professionale”sviluppa Thierry Leger, responsabile dello sviluppo economico della Camera dei mestieri.

Olivier Casanova è un artigiano in Côte-d’Or. Fondatore di una società di luci e mobili di nome Solenza21, confessa Olivier “Perdersi su Google. Ho bisogno di aiuto per rendermi più indipendente. Mi aspetto molto dall’officina, che ci aiuterà ad aumentare la nostra visibilità”.

Didier Camp cerca di ottimizzare la referenziazione del suo sito web a livello internazionale. Il creatore del marchio HJS (orologio di alta qualità) desidera “salire nel flusso delle pagine ed essere referenziato alla prima ricerca. Il digitale apre le porte alle aziende locali o internazionali”.

Il Van google è l’attrazione principale di questa cerimonia. All’interno, gli “allenatore” Sadok e Florence cercano di rispondere alle tante domande degli artigiani. Ma questa è solo una breve panoramica secondo Benoit Bataka. “Percorrerà le strade della Borgogna, si avvicinerà il più possibile agli artigiani per dare loro delle sessioni. Avremo una giornata in ogni città con temi diversi”spiega il segretario generale di Google France.

Nel programma di questi workshop:

  • capire la visibilità
  • SEO
  • promuovere la creazione di contenuti
  • l’uso dei social network

Il veicolo attraverserà Yonne e Nièvre dal 3 al 6 maggio, a partire da Auxerre. I Dijonnais dovranno aspettare settembre per vedere il furgone nella capitale dei duchi.

Leave a Comment