una nuova intelligenza artificiale mostrerà i risultati

Le risposte non saranno più presentate allo stesso modo e le ricerche saranno molto più sicure, secondo Google

In precedenza, l’IA che operava dal 2019 per fornire i migliori risultati si chiamava Bert. Ora dovrai fare affidamento su MUM per il modello unificato multitasking. Questo ha il vantaggio di essere 1.000 volte più potente del suo predecessore ed è efficace con 75 lingue. Il suo vantaggio? È in grado di raccogliere automaticamente più sfumature nelle ricerche.

Più fine nella ricerca di parole sensibili

Il MUM sarà importante per le ricerche che potrebbero mettere a rischio gli utenti di Internet, come quella sul suicidio, la violenza domestica, l’aggressione sessuale o il consumo di prodotti pericolosi, sottolinea Numerama. Lo strumento riuscirà a fornire risultati migliori con risposte più sicure alla domanda.

Le scelte fatte dall’IA per selezionare gli elementi della ricerca portano un pregiudizio sulla società e sul modo di vedere il mondo. Questo è il caso digitando la parola “lesbica”, ricorda Numerama. Google ha dovuto modificare il suo algoritmo nel 2019 in modo che questa parola chiave non sia sistematicamente associata a una ricerca pornografica.

Secondo Google, Bert è riuscito nel 2021 a ridurre del 30% i “risultati scioccanti imprevisti”, che quindi non hanno nulla a che fare con la richiesta dell’utente. Il colosso americano intende continuare questo sforzo con la sua nuova AI.

Tu .com un concorrente di Google

I risultati non sono necessariamente molto diversi da quelli di Google, ma il motore di ricerca incoraggia soprattutto i suoi utenti a non accontentarsi di un’unica fonte.

Gli utenti di Internet possono quindi votare favorevolmente o meno una fonte e man mano che effettuano queste scelte, il sito personalizzerà la visualizzazione dei risultati della ricerca inserendo prima le fonti preferite, poi le fonti neutre e, infine, quelle meno apprezzate.

Leave a Comment