un rifugio a Seine-et-Marne ha accolto 28 animali ucraini

Il canile di Villevaudé (Seine-et-Marne) ha avviato a marzo un’operazione speciale per prelevare animali in Ucraina. Un totale di 21 cani e 7 gatti sono stati recuperati al confine con la Polonia, secondo quanto riferito La Marna.

Un equipaggio si è formato per raccogliere gli animali prima della chiusura dei confini. Un invito a donazioni ha permesso di recuperare coperte, cestini e cibo. “Arrivati ​​al limite dell’Ucraina, abbiamo fatto un baratto: le nostre crocchette contro 28 animali”, spiega un gestore del rifugio.

Cercasi famiglie ospitanti

Parte delle donazioni sono state depositate in Polonia, i cui rifugi sono saturi. Arrivati ​​in Francia, i piccoli profughi, molti dei quali feriti e in cattive condizioni, sono stati messi in quarantena e curati. Alcuni hanno dovuto amputare uno o più arti.

Tutti devono rimanere in isolamento per il momento. Si cercano famiglie ospitanti per accoglierli. Per diventarlo, devi risiedere a Seine-et-Marne, non possedere altri animali e rispettare diverse misure sanitarie. Entro cinque mesi gli animali ucraini potranno essere adottati definitivamente.

Leave a Comment