“Un lutto” per il restauratore di Fourquet Fourchette

Un ristoratore di La Vallée-du-Richelieu, che stava per acquistare la stanza e la cucina che gestiva a distanza di sei anni, ha dovuto rinunciare al suo sogno a causa della pressione immobiliare degli ultimi mesi.

Ristorante
Forchetta Le Fourquet

  • Città: Chambly
  • Anni di esistenza: 23 anni
  • Dipendenti interessati: 60
    (prima della pandemia)
  • Titolare: Riccardo Rassi
    (socio esclusivo dal 2005)

“Fino al 18 febbraio ci credevo, ma nel fine settimana mi dicevo: ‘No, non apro.’ Da allora non ho più riaperto “, afferma Frédéric Pichette, direttore del Ristorante Le Fourquet Fourchette, a Chambly, a Montérégie.

Dopo anni alla guida della cucina e delle grandi sale da pranzo con vista sull’acqua, l’imprenditore ha gettato la spugna.

“È un lutto”, dice Frédéric Pichette, che sognava di acquisire il ristorante è riuscito a trasformarlo in un progetto di turismo ricreativo.

In intervista con Il giornaleinsiste il restauratore: non vuole il proprietario dell’immobile, che si appresta a venderlo. “Rimarrà mio amico”, dice.

Scale musicali

Negli ultimi mesi, il peso della pandemia ha tolto la pazienza ai proprietari di case, dice. Non è facile navigare nelle acque torbide di aperture e chiusure con solo prestiti di emergenza come boa.


Per non parlare del gioco interminabile delle sedie musicali dei dipendenti intrappolati tra l’albero e la corteccia dei confinamenti decretati dal governo.

“Abbiamo avuto miseria a livello di gestori, direttori di piano, chef, sous-chef. È stata una grande sfida. È la gallina e l’uovo. Per offrire salari migliori, il prezzo dei piatti deve essere aumentato “, riassume.

In tutto il Quebec, molti ristoranti a conduzione familiare faranno fatica a passare il testimone dopo la pandemia, ha affermato.

Con margini di profitto che raramente superano il 2%-4%, prezzi esplosivi del cibo e degli immobili, diventerà sempre più difficile trasmettere questi ristoranti alla generazione successiva.


Frederic Pichette

“Il COVID ha portato via la pazienza. I proprietari dell’edificio si sono visti sottrarre del tempo”, sottolinea Frédéric Pichette.

Dopo un giro delle sale da pranzo e delle cucine, l’imprenditore prende Il giornale alla porta principale che indica il ristorante davanti al pranzo, anch’esso chiuso.

“Gli unici che avranno i mezzi per acquistare l’edificio Fourquet Fourchette saranno quelli che lo trasformeranno in condomini, uffici o residenze di lusso per anziani”, sospira.

Leave a Comment