Tracce di una forma di poliomielite trovata a Londra: sconosciuta da quasi quarant’anni

Questo mercoledì, 22 giugno, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato che in Gran Bretagna sono state scoperte tracce di una forma di poliomielite derivata da un ceppo vaccinale, mentre la sua eradicazione sembrava vicina in tutto il mondo.

Stupore a Londra: per la prima volta dal 1984, data dell’ultimo caso registrato nel Regno Unito, il virus della poliomielite è stato scoperto nelle acque reflue di un impianto di depurazione nel nord di Londra. Tra febbraio e maggio diversi campioni sono risultati positivi, segno che questo patogeno sta attualmente circolando in una zona dove vivono quattro milioni di persone, dettagli l’Espresso.

Un’allerta resa pubblica questo mercoledì 22 giugno dall’OMS, che specifica in un comunicato stampa: “È importante notare che il virus è stato isolato solo in campioni ambientali – non è stato rilevato alcun caso associato di paralisi”.

“Rafforzare la sorveglianza”

È stato lanciato un appello alla vigilanza: “Tutti i paesi, in particolare quelli con un alto volume di viaggi e contatti con paesi e aree colpite dalla poliomielite, dovrebbe intensificare la sorveglianza per rilevare rapidamente qualsiasi nuova importazione di virus e per facilitare una risposta rapida”, sottolinea l’autorità. “Qualsiasi forma di poliovirus, ovunque si trovi, costituisce una minaccia per i bambini di tutto il mondo”, insiste.

Bambini particolarmente a rischio

Secondo l’OMS, “qualsiasi forma di poliovirus, ovunque si trovi, è a minaccia per i bambini di tutto il mondo“.

Questo virus può anche essere rilevato nelle feci dopo aver ricevuto a vaccino poliomielite orale (OPV), che è costituita da una forma attenuata di poliovirus vivo. OPV non è stato utilizzato nel Regno Unito dal 2004, ma diversi paesi continuano a usarlo, ricorda franceinfo.

Secondo le autorità britanniche, lo scenario più probabile è che un individuo recentemente vaccinato con OPV in un altro paese sia entrato nel Regno Unito prima di febbraio. Per alcuni epidemiologi, persone che non sono in regola con la loro vaccinazione.

Negli ultimi anni, nel Regno Unito sono stati rilevati in media 1-3 isolati di poliovirus all’anno nei campioni di acque reflue. Ma allora non avevano alcun collegamento tra loro, ricorda Informazioni TF1.

Come promemoria, la poliomielite è estremamente contagioso che invade il sistema nervoso e può causare paralisi permanente.

In Francia, il vaccino è obbligatorio per tutti i bambini con richiamo di 6 e 11 anni. È anche obbligatorio per alcune professioni come badanti o militari. I booster sono consigliati all’età di 25, 45 e 65 anni. Grazie alla vaccinazione, la poliomielite è scomparsa nel Paese.

Leave a Comment