Spagna: sequestrati orsi polari, elefanti… più di 1.000 peluche

La polizia spagnola ha sequestrato una vera Arca di Noè, completamente naturalizzata, assemblata da un collezionista privato in un capannone vicino a Valencia. In totale, la Guardia Civil ha rinvenuto 1.090 animali imbalsamati, di cui 405 appartenenti a specie protette o estinte.

A seguito di un’indagine per contrabbando, l’annuncio di questo sequestro senza precedenti è stato fatto questa domenica, 10 aprile, dalla polizia spagnola. Questa è la più grande scoperta di animali imbalsamati protetti a livello nazionale e uno dei più grandi in Europa, secondo la dichiarazione della Guardia Civil.

Questo annuncio è stato accompagnato da un video che mostra l’entità della scoperta fatta dalla polizia in un residente di Bétera, nella Spagna orientale. È indagato per contrabbando e diversi reati ambientali. La sua collezione particolare e insolita è stata stimata in quasi 29 milioni di euro.

Tenuto nascosto in un capannone industriale di 50.000 m2, questa collezione privata di tassidermia, che conta quasi mille pezzi, è composta per metà da specie animali protette, alcune delle quali estinte come l’orice dammah o minacciate di estinzione come il Bengala tigre, l’addax, un’antilope africana, ghepardi, linci, orsi polari, rinoceronti bianchi, un coccodrillo e persino un elefante.

Accanto a tutti questi peluche, il meticoloso inventario effettuato dalla polizia contava ben 198 zanne di pachiderma.

Tutti questi animali appartengono alla Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites) che, dal 1975, ha regolamentato l’attraversamento del confine di circa 35.000 specie animali e vegetali.

Leave a Comment