Smart Assistant: verso la fine del comando “OK Google” per determinate azioni

Sperimentata in inglese dall’autunno del 2021, è ora disponibile nella versione francese la rimozione del famoso “OK Google” per eseguire alcuni comandi ricorrenti tramite l’Assistente Google.

Se per le classiche query, pronunciare “OK Google” rimane un comando essenziale, gli ingegneri dell’azienda di Mountain View desiderano ridurre l’uso di questa pratica su base giornaliera. E i compiti specifici interessati da questo “sesamo aperto” saranno sempre più rari.

In questo senso, tra i primi scenari forniti da Google c’è la richiesta di ripetere un allarme. In questo caso, ora è sufficiente dire “Ripeti” per far funzionare lo smartphone. Per rifiutare una chiamata con un semplice comando vocale, dovrai pronunciare la parola “Rifiuta”. Alla fine, a questo elenco potrebbero essere aggiunti altri comandi comuni, come accendere la luce o riprodurre musica.

Questo tipo di miglioramento all’Assistente Google va nella direzione della cronologia, una modalità “Conversazione” che consente già una serie di comandi senza dover ripetere sistematicamente “OK Google” prima di ciascuno di essi.

Attenzione però, questa nuova funzionalità non è abilitata per impostazione predefinita. Dovresti andare alle opzioni dell’Assistente Google e convalidare l’opzione dedicata a “Espressioni rapide”. Ciascuno di essi può essere (disattivato).

Oltre al francese, anche il giapponese, il tedesco, lo spagnolo e l’italiano sono interessati da questa nuova funzionalità.

Leave a Comment