Scegliere l’avvocato giusto – Associazioni Mode d’Emploi

La libera scelta dell’avvocato è un principio fondamentale. Ma come si fa a scegliere quella giusta in base al tipo di attività o alla consulenza ricercata? E come stimare il costo necessario?

Se tutti immaginano l’avvocato che si difende durante un processo, è necessario ampliare questa visione. Naturalmente, l’avvocato rimane l’ausiliario della giustizia che difende i suoi clienti nell’ambito di azioni legali o contenziosi. Ma le missioni che probabilmente gli verranno affidate sono più varie. Pertanto, l’avvocato può essere un partner giuridico privilegiato dell’associazione, per consigliarla sulle decisioni da prendere, nella redazione di atti statutari o contrattuali, o per comprendere la legge applicabile alla sua situazione. Sempre più spesso gli avvocati stanno formando e attuando conciliazioni amichevoli o ricorrendo a metodi alternativi di risoluzione delle controversie (mediazione, procedura collaborativa, ecc.).

Specializzazione

Essendo il campo del diritto molto vasto, è impossibile dominare tutte le aree. Pertanto, gli avvocati sviluppano la loro attività in determinati campi, perché li praticano più spesso e/o perché questi sono i loro campi preferiti. Alcuni possono anche ottenere un certificato di specializzazione. Ciò consente loro, in uno o due ambiti del diritto, di far valere il titolo di “specialista”. Questo titolo può essere utilizzato, nei vari media, in particolare sui siti web, solo dai titolari di tale certificato. Il diritto delle associazioni e delle fondazioni è una delle ventotto specializzazioni attualmente esistenti.
Al di là della specializzazione, c’è anche la questione della competenza territoriale dell’avvocato.

Rappresentazione

Quando la tua azione legale richiede la rappresentanza di un avvocato (in tribunale, ad esempio), devi scegliere un avvocato dal[…]

Leave a Comment