“Renaud Dély è un cane! Un cane!”

Jean Lassalle, ospite di France Info, ha lanciato un grande sfogo contro il giornalista Renaud Dély, che secondo il candidato lo ha definito un “cospiratore sul campo”. Jean Lassalle non ha mancato di dirlo con grande virulenza in piena vita, brandendo le foglie!

“Sono profondamente dispiaciuto per quello che ha scritto Renaud Dély anche se si tratta di France Info. È un cane ! È un cane ! Non ha il diritto di scrivere quello che ha scritto e lo dico anche a Jean Quatremer! Non è politica! (…) Come fa quest’uomo a conoscermi per esprimere giudizi così seri? Non è degno! Jean Lassalle si riferiva a questo editoriale politico di Renaud Dély intitolato: “Presidential: Nicolas Dupont-Aignan e Jean Lassalle, il cospiratore delle città e il cospiratore dei campi” (editoriale che potete ascoltare qui).

Il candidato della Francia autentica ha ovviamente deciso in questi ultimi giorni di campagna di regolare questi conti con un buon numero di giornalisti e media che, c’è da dire, lo hanno reso invisibile quando non dovevano invitare, prima degli ultimi due fatidica correttezza del tempo di parola.

Nel momento in cui scrivo, Renaud Dély non ha ancora reagito sul suo account twitter. Da parte sua, Jean Lassalle attraverso un thread ha spiegato il suo colpo. Tuttavia, da parte sua, tramite un comunicato diffuso questo giovedì 7 aprile, il management di franceinfo “condannare fermamente” l’insulto pronunciato da Jean Lassalle contro Renaud Dély, editorialista politico del canale.

Leave a Comment