questa nuova epidemia si sta diffondendo e preoccupando il mondo intero.

Norovirus! Poiché i casi di COVID-19 continuano a diminuire negli Stati Uniti, i focolai di un altro virus, la gastroenterite, sono in aumento.

Nel frattempo, 448 focolai di norovirus sono stati segnalati negli Stati Uniti tra il 1 agosto 2021 e il 5 marzo 2022, secondo l’agenzia.

Per fare un confronto, si tratta di 370 focolai in più rispetto a quelli segnalati tra il 1 agosto 2020 e il 5 marzo 2021, quando sono stati registrati 78 focolai di virus dello stomaco.

Con le persone che tornano negli uffici e nelle scuole, due dei luoghi più comuni per le epidemie di norovirus, i casi di gastroenterite si stanno avvicinando ai numeri segnalati prima della pandemia, secondo NBC News.

Il dottor Robert Atmar, professore al Baylor College of Medicine di Houston, ha detto ai media che la revoca delle restrizioni COVID-19 è probabilmente collegata all’aumento delle infezioni da norovirus.

Combattere il norovirus mentre allatta mia figlia malata. Preoccupato quando mio figlio va a scuola nel caso si ammalasse di Covid. I livelli di ansia stanno raggiungendo il punto critico, ha twittato la storica dell’arte britannica Dr Janina Ramirez il 5 aprile.

Il norovirus è il virus gastrico più comune nel Regno Unito e colpisce persone di tutte le età, secondo il Broxbourne Borough Council. Ecco cosa devi sapere sulla gastroenterite:

COSA SONO I NOROVIRUS?

Secondo la National Foundation for Infectious Diseases, i norovirus sono la causa più comune di infezioni gastrointestinali acute negli Stati Uniti. A volte sono anche chiamati gastroenteriti o gastroenteriti da vira. Ogni anno negli Stati Uniti vengono segnalati tra 19 e 21 milioni di casi. Gli esseri umani sono l’unico ospite del virus.

Il virus era precedentemente noto come il virus Norwalk perché il primo focolaio conosciuto si è verificato in una scuola elementare a Norwalk, Ohio, secondo norovirus.com. Gli scienziati hanno identificato il virus nel 1972 da campioni di feci conservati dopo l’epidemia. La Commissione internazionale sulla tassonomia dei virus l’ha ufficialmente ribattezzata norovirus.

COME FUNZIONA NOROVIRUS CONTAGIOSAMENTE?

Estremamente. Il CDC avverte che i norovirus possono essere trasmessi da persone infette, cibo o acqua contaminati o semplicemente toccando superfici contaminate.

Le persone con norovirus sono più contagiose durante e per alcuni giorni dopo la malattia e il virus può rimanere nelle feci fino a due settimane dopo la malattia.

Il virus può anche sopravvivere a temperature estreme. Inoltre, la cattura del norovirus non ti aiuta a combatterlo in futuro, in parte perché ci sono molti tipi diversi di norovirus: catturarne uno non ti protegge dagli altri.

DOVE SONO DIFFUSI I NOROVIRUS?

Le navi da crociera, le case di cura, gli asili nido e le scuole sono comuni terreni di coltura per i norovirus, in effetti, qualsiasi luogo in cui si riuniscono un gran numero di persone, secondo il CDC. I focolai di norovirus sulle navi da crociera sono spesso nelle notizie e innumerevoli siti Web di viaggi sono dedicati a tracciare quali compagnie di crociera hanno i peggiori casi di malattia.

QUALI SONO I SINTOMI DEL NOROVIRUS?

Secondo la Mayo Clinic, diarrea, crampi e vomito di solito iniziano da 12 a 48 ore dopo l’esposizione al virus. I sintomi del norovirus di solito durano da uno a tre giorni e la maggior parte delle persone guarisce senza trattamento. Ma i neonati, gli anziani e le persone con malattie croniche possono aver bisogno di cure mediche se si disidratano.

Poiché si tratta di un virus, gli antibiotici non sono di alcun aiuto e non ci sono farmaci antivirali per il norovirus. La Mayo Clinic consiglia alle persone con norovirus di assicurarsi di sostituire i liquidi persi a causa del vomito o della diarrea per evitare la disidratazione.

Bevande come Pedialyte sono adatte ai bambini piccoli, mentre per gli adulti sono consigliate bevande sportive e brodi.

Ma le bevande zuccherate, come bibite e succhi di frutta, possono peggiorare la diarrea, mentre alcol o bevande contenenti caffeina possono accelerare la disidratazione.

Norovirus

Una buona igiene è la chiave per evitare i norovirus, suggerisce People Act Magazine. Lavati spesso le mani con acqua e sapone, soprattutto dopo essere stato in bagno e prima di preparare i pasti. I detergenti a base di alcol non sono altrettanto efficaci. Il sito consiglia inoltre di prestare attenzione nello smaltimento di oggetti contaminati.

Lavare frutta e verdura cruda e cuocere ostriche e altri frutti di mare Pulisci e igienizza le superfici con una miscela di detersivo e candeggina dopo che qualcuno si è ammalato, afferma WebMD. E se prendi il norovirus, non preparare il cibo per almeno due o tre giorni dopo che ti senti meglio.

Leave a Comment