Quando i vecchi vengono fregati

Se c’è una cosa che le forze dell’ordine sanno per certo, è che i criminali hanno un’immaginazione infinita quando si tratta di escogitare nuovi schemi per derubare le loro vittime. L’ultimo? La truffa degli escrementi di uccelli. Sì, sì, avete letto bene. Il procedimento è semplice: un individuo spruzza discretamente un liquido maleodorante e bruno su una vittima, spesso anziana, seguito pochi minuti dopo da un complice che, con il pretesto di aiutare a ripulire la persona presa di mira, gli ruba con discrezione il portafogli, il suo cellulare o anche i suoi gioielli.

La gendarmeria dell’Hérault è stata una delle prime ad allertare, dal 1 marzo sui social network, questa nuova truffa, ma il processo è già stato elencato in altre regioni. A Soissons, nell’Oise, ad esempio, il 17 marzo due uomini, sulla quarantina, sono stati colti in flagrante. “Eravamo di pattuglia quando abbiamo notato una donna relativamente anziana che le strofinava vigorosamente i capelli mentre un uomo accanto a lei sembrava aiutarla, ricorda il maggiore della polizia Alain Marquet, capo delle forze di polizia della brigata di soccorso della polizia. La scena sembrava relativamente banale, ma ciò che ha attirato la nostra attenzione è stato che un altro individuo, parcheggiato accanto a un’auto immatricolata nella regione di Parigi, stava osservando attentamente. »

Una siringa di “escrementi”

Pochi istanti dopo, i due individui si incontrano davvero. Questo è quando l’equipaggio decide di controllarli. “Quello che ha fatto tilt, è l’origine dei due uomini: sudamericani”, continua il sindaco di polizia. E per aggiungere: “mi ha subito ricordato un altro caso su cui avevamo lavorato due mesi prima”. A una donna anziana sono stati rubati i gioielli dopo essere stati spruzzati con escrementi di piccione. Pochi giorni dopo, una coppia sudamericana è stata arrestata nella regione di Parigi e sono stati ritrovati i gioielli rubati. Durante il controllo del veicolo, il maggiore Marquet ha trovato, nell’ala dell’auto, una siringa senza ago con un liquido odoroso e marrone che sembrava essere scambiato per escrementi… Oltre a due gioielli.

Tuttavia, dopo la verifica, questi gioielli non sono quelli dell’anziana signora spruzzati pochi istanti prima. «Probabilmente la nostra presenza ha impedito loro di agire», disse il maggiore. Poche ore dopo questo doppio arresto, un’altra donna, anche lei relativamente anziana, è venuta in questura per sporgere denuncia, descrivendo lo stesso schema e riconoscendo i gioielli. Se i due uomini sono già noti per fatti della stessa natura, solo uno di loro ha riconosciuto i fatti. Le indagini continuano per cercare di trovare nuove vittime.

La difficoltà di individuare i fatti

“Questa è una delle difficoltà in questo tipo di casi, continua una fonte all’interno della direzione centrale della polizia. Non solo le persone prese di mira non si rendono necessariamente immediatamente conto di aver appena subito il furto dei loro effetti personali, ma alcune non si collegano agli escrementi di uccelli. Quindi, se questa truffa, importata a quanto pare dall’America Latina, sembra essere in aumento nelle ultime settimane, resta difficile da valutare. Sia la polizia che la gendarmeria chiedono alla gente di vigilare sui buoni samaritani che escono dal nulla. Storia per evitare di essere incasellati (sì, questa battuta è un po’ facile, lo sappiamo).

Leave a Comment