Quale razza di cane scegliere?

Il cane è considerato il migliore amico dell’uomo. Tuttavia, tutti i cani sono compatibili con il tuo stile di vita, la composizione della tua famiglia, i tuoi hobby? Quale razza di cane scegliere per un abbinamento perfetto?

Circa 340 razze canine sono ufficialmente riconosciute dalla Fédération Cynologique Internationale. Basti dire che la scelta è vasta. Tuttavia, la razza ha davvero un’influenza sul comportamento di un cane? No, secondo uno studio pubblicato nell’aprile 2022 sulla rivista Scienza. “I nostri risultati invalidano l’ipotesi che alcune razze siano più aggressive, più obbedienti o più affettuose di altre”, scrivono i ricercatori Elinor Karlsson e Kathleen Yates del Broad Institute del MIT (Massachusetts Institute of Technology), autori dello studio. Una meta-analisi pubblicata nel 2015 era già giunta alla stessa conclusione. D’altra parte, vari fattori ambientali e sociali possono influenzare il comportamento dei cani.

Come scegliere il tuo cane?

Per scegliere una razza di cane adatta al suo stile di vita è quindi necessario interessarsi soprattutto alle condizioni in cui è stato allevato il cane: è abituato a stare da solo? Ha bisogno di lunghe passeggiate? È un fuggiasco? Con i bambini, adottare un cucciolo può essere saggio, perché sarà abituato ai bambini fin dalla tenera età. Anche la taglia del cane è un criterio da tenere in considerazione. Una persona che viaggia spesso sarà in grado di trasportare più facilmente un cane di piccola taglia. Con un cane di grossa taglia, sarà necessario pianificare un budget aggiuntivo per mantenerlo. Alcune razze come l’Alano e il Cavalier King Charles Spaniel sono note anche per essere più fragili dal punto di vista sanitario, il che implica maggiori spese veterinarie: da tenere in considerazione, quindi, se si dispone di un budget limitato.

Quali razze di cani sono regolamentate in Francia?

Gli incidenti che coinvolgono un pitbull e un bambino sono spesso riportati dai media. Tuttavia, i cani di tipo pitbull sono stati vietati in Francia dal 1999. La legge n. 99-5 del 6 gennaio 1999 relativa agli animali pericolosi e randagi e alla protezione degli animali regola la detenzione di cani potenzialmente pericolosi che si dividono in due categorie: cani da attacco e cani da guardia e da difesa. La prima categoria riguarda cani paragonabili a pitbull, mastini e tosa. Sono vietati l’importazione e la riproduzione. La seconda categoria riguarda i cani Pitbull, Tosa e Rottweiler. Per possedere un cane di una di queste razze, è necessario essere in possesso di una licenza, munire di museruola il cane, farlo sterilizzare e non portare con sé i mezzi pubblici.

Leave a Comment