punge negli occhi per rallentare la progressione della malattia

REPORTAGE – Questa malattia, che porta alla perdita della vista, colpisce un quarto delle persone di età superiore ai 75 anni. Ogni giorno all’ospedale Quinze-Vingts di Parigi, 80 pazienti ricevono un trattamento iniettato direttamente nell’occhio per rallentarne lo sviluppo.

Una mattina di primavera al Quinze-Vingts National Hospital di Parigi. L’uomo che aspetta da qualche minuto in una piccola sala d’attesa al piano terra, sulla sessantina, sembra stressato. Seduto su un sedile, gira le mani in tutte le direzioni mentre guarda preoccupato la porta di fronte a lui. Questa mattina deve ricevere la sua prima iniezione contro la degenerazione maculare senile (AMD) che sta attaccando uno dei suoi occhi. La porta si apre all’improvviso su un’infermiera: “Forza, da noi!“.

Dietro di lei, in quella che sembra una mini sala operatoria, un chirurgo vestito di verde sta preparando una siringa. Per lunghi minuti, il medico e l’infermiere disinfettano accuratamente l’occhio del paziente precedentemente anestetizzato, prima di inserire delicatamente l’ago – molto sottile – al suo interno. “È sempre impressionante la prima volta, molti pazienti temono di farsi cavare un occhio. Ma in realtà è innocuo e completamente indolore

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora l’87% da scoprire.

Respingere i limiti della scienza è anche libertà.

Continua a leggere il tuo articolo a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto? Login

.

Leave a Comment