Plouf, il nuovo bar con terrazza più trendy della capitale

Perché diavolo dovremmo andare a un tavolo in un bar? E perché no, dopotutto? Perché Plouf è prima di tutto il progetto un po’ folle di Matthieu Leonard, lo stesso che nel 2019 ha aperto Coin Coin, il piccolo bistrot di pasta situato a Woluwé-Saint-Pierre e costantemente pieno sin dalla sua apertura. Inevitabilmente, quando ha annunciato sui suoi social l’imminente apertura di un nuovo concept, non potevamo che stare alla ricerca.

affamato?

Un punto di ristoro 2.0

E poi è arrivato Plouf, dove non lo aspettavamo. Questo nuovo ristorante è infatti controcorrente rispetto a tutto ciò che siamo abituati a vedere: dimentica i quartieri trendy, le facciate con architetture concettuali e i menù a 6 portate, Plouf fa rima soprattutto con semplicità e convivialità. . Perché se Plouf è nato, è per reinventare la tua pausa al bar locale. Chi l’avrebbe mai detto che una gita al bar di calcio sarebbe stata un giorno la cosa più bella del momento? A maggior ragione, in un quartiere che si muove troppo poco.

Questa è la scommessa rischiosa di Matthieu Léonard che ha avuto l’audacia di rilevare la taverna del centro sportivo SportCity situato a Woluwé-Saint-Pierre e trasformarla in un luogo ultra trendy.. “Circa un anno fa, quando c’era il bando per il mercato pubblico, ci siamo detti perché no? “. Con più di un milione di persone che vi transitano tutto l’anno, in questo luogo si possono trovare quasi tutti gli sport che vi sono rappresentati: calcio, hockey, tennis, squash, ecc. ; una manna dal cielo per Matthieu, che l’ha vista come un’opportunità d’oro per sviluppare qualcosa di nuovo.

Leggi anche: Woluwé-Saint-Pierre: 5 ristoranti dove fare il pieno di sapori

Da lì è iniziata l’avventura. In un anno, con suo fratello Léonard, Julien, il suo compagno e Thomas, lo chef, hanno lavorato a questo progetto per creare un luogo ibrido dove le persone vengono a mangiare, bere e ballare fino a fine serata.

L’antica osteria locale è stata completamente trasformata per dare vita al Plouf, un punto di ristoro 2.0. Tra due partite, per passare l’intervallo, per ristorarsi dopo una seduta sportiva o semplicemente all’ora dell’aperitivo, Plouf reinventa il concetto del bar freddo il cui asset di charme è generalmente vicino allo zero, ma dove la vita è sempre bella. Plouf ha quindi saputo preservare la convivialità del luogo per farne un ristorante più al passo con i tempi. Non veniamo più qui solo per aspettare che i ragazzi finiscano la loro attività, ci incontriamo lì con amici, colleghi o familiari per un momento davvero conviviale.

I classici della cucina belga

Sia un bistrot che un piccolo ristorante, il menù è ricco e vario. Pasta fresca come al CoinCoin, toast guarniti, fritti da condividere e spuntini, e classici rivisitati, come l’hamburger, la minute rib steak o le ballekes. Il vol-au-vent, ad esempio, è disponibile in due diverse versioni, come per il classico pollo, viene arrosto e servito con patatine fritte. Tutto fatto in casa ovviamente!

Quanto alla carta delle bevande, è semplice e rispetta i codici del bar tradizionale: c’è ovviamente birra alla spina, ma anche birre in bottiglia, vino, bollicine, aperitivi o digestivi. E poiché le terrazze ben orientate che non sono installate sui marciapiedi sono troppo rare a Bruxelles, Plouf ha una grande terrazza nascosta che promette di diventare il nostro nuovo posto dove stare quest’estate. Quindi, se non ci avete ancora messo piede, affrettatevi, tutto fa pensare che questo nuovo hostpot attirerà presto tutti i residenti di Bruxelles.

L’indirizzo? Avenue Salomé 2, 1150 Woluwe-Saint-Pierre. Posto al Primo Piano – SPORTIVITA’. Aperto 7 giorni su 7 dalle 10:30 alle 22:15 …. Cucina non-stop fino alle 22:15 Maggiori informazioni qui.

Non perderti altre notizie sullo stile di vita sosoir.lesoir.be e iscriviti ora alle nostre newsletter a tema cliccando qui.

Leave a Comment