Perché gli uccelli sono più colorati ai tropici

DECRYPTION – Scienziati britannici e ungheresi hanno analizzato i piumaggi di 4.500 specie di passeriformi.

Gli uccelli sono più colorati ai tropici che nelle nostre regioni temperate? Questa intuizione formulata più di un secolo fa da Charles Darwin, e condivisa da molti viaggiatori, è tuttavia ancora dibattuta dai biologi. La ricerca scientifica svolta su questo argomento è in effetti contraddittoria e i pregiudizi di osservazione legati all’abbondanza di specie intorno all’equatore potrebbero spiegare l’impressione che farfalle, insetti, piante e pesci siano lì più colorati.

In uno studio pubblicato il 4 aprile sulla rivista Ecologia ed evoluzione della naturaScienziati britannici e ungheresi stanno nuovamente esaminando l’ipotesi. Questi ricercatori delle università di Sheffield e Debrecen hanno analizzato i piumaggi di 4.500 specie di passeriformi, un ordine che riunisce più della metà degli uccelli che vivono sulla terra, inclusi passeri, corvi, rondini o fringuelli. “Lo studio di un campione così vasto ci consente di verificare se esiste una regola in generale…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora l’81% da scoprire.

Respingere i limiti della scienza è anche libertà.

Continua a leggere il tuo articolo per 1€ il primo mese

Sei già iscritto? Login

Leave a Comment