Pasqua: perché non regalare cioccolato al tuo cane e gatto

100 grammi di cioccolato possono essere letali per un cane (©Sonja/Adobestock)

Il cestino pieno di cioccolatini dopo una domenica di Pasqua molto generosa, vuoi condividerla con tutta la famiglia. Attenzione, i tuoi amici a quattro zampe non dovrebbero mangiarlo. Il cacao è tossico per gli animali e può fare molto più male che bene.

Perché il cioccolato è tossico?

La tossicità del cioccolato deriva dal teobromina presente nel cacao. Più è scuro e più amaro, maggiore è la quantità di questo alcaloide. Ingerito in grandi quantità, può causare disturbi digestivi, nervosi e cardiaci più o meno gravi. Come mai ? Perché i cani eliminano questa molecola due o tre volte più lentamente degli umani.

La dose tossica è stimata in 20 mg per chilogrammo di teobromina, secondo il centro antiveleni belga. Per un cane di 20 kg bastano una quarantina di grammi di cioccolato fondente per inebriarlo. Un’intera compressa da 100 grammi può ucciderlo.

Il sito veterinario di emergenza ha predisposto un calcolatore per stimare la dose letale di cioccolato.

Quali sono i sintomi?

I sintomi compaiono molto rapidamente. Fin dalle prime ore, questi segnali dovrebbero avvisarti: agitazione, vomito, perdita di urina, diarrea, tachicardia, ipertermia, polipnea (respiro rapido).

Nelle ore successive l’ebbrezza si manifesta in modo più pronunciato: disturbi del ritmo cardiaco, rigidità muscolare, convulsioni e coma.

Cosa fare se l’animale è ubriaco?

Non esiste un antidoto. Devi prima determinare la quantità di cioccolato che è stata ingerita, identificare il tipo di cioccolato consumato e il suo contenuto di cacao e contattare un veterinario o un veterinario per le emergenze (numero di telefono: 3115).

Video: attualmente su Actu

Non dovresti far vomitare il tuo animale domestico. Rischi di ferirlo ulteriormente.

Una volta dal veterinario, quest’ultimo indurrà il vomito per svuotare il cioccolato contenuto nello stomaco. Infonderà anche il cane per stimolare l’eliminazione renale della teobromina.

Le emergenze veterinarie ricordano che “i sintomi digestivi non sono molto gravi, ma le complicazioni nervose, cardiache e respiratorie possono causare la morte del vostro animale in poche ore”.

Questo articolo ti è stato utile? Nota che puoi seguire Attu nello spazio Il mio Attu. In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

Leave a Comment