Omicron e le sue varianti: primi casi in Francia, sorveglianza rafforzata… cosa sappiamo sulla circolazione di BA.4 e BA.5

l’essenziale
Santé Publique France effettua un monitoraggio potenziato di BA.4 e BA.5, le nuove mutazioni di Omicron. In Francia sono stati rilevati un caso di contaminazione con la variante BA.4 e due casi di infezione da BA.5.

Durante questa interminabile pandemia di Covid-19, il monitoraggio delle nuove mutazioni SARS-CoV-2 ha portato la sua quota di novità. Omicron, ampiamente diffuso in Francia e nel mondo, non fa eccezione alla regola moltiplicando le versioni. Il suo fratellino, BA.2, rappresenta ormai oltre il 96% delle contaminazioni nel paese. Oggi arrivano le piccole novità: le varianti BA.4 e BA.5 – dette anche varianti XE e XD – che sono particolarmente monitorate. Chiesto da Il Midi Invio, Public Health France afferma di aver rilevato un caso di contaminazione a BA.4 e due casi di contaminazione a BA.5 in Francia. Facciamo il punto.

BA.4 e BA.5, che cos’è?

Qui abbiamo due varianti della linea Omicron che sono state rilevate in Sud Africa. Il loro genoma differisce leggermente dal ceppo Omicron originale. In pratica, quando il virus infetta una cellula, si moltiplica “replicandosi”. Durante questa fase, possono verificarsi “errori” che portano a mutazioni. È il caso di BA.4 e BA.5 che, secondo Santé Publique France, restano geneticamente abbastanza vicine a BA.2.

Perché queste due varianti sono soggette a una maggiore vigilanza?

Queste due varianti sono oggetto di un appello alla vigilanza, lanciato questo mese dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie: “Questo appello non si basa su preoccupanti elementi epidemiologici o clinici, ma sul profilo genetico di questi due sotto-lignaggi” , precisa Santé Publique France. E per una buona ragione, entrambi portano la mutazione L452R, che si trova anche nella variante Delta, la più virulenta dall’inizio della crisi. “Questa mutazione era stata associata a un aumento della trasmissibilità del virus”, descrive Public Health France. Per le autorità sanitarie, la sfida ora è valutare le caratteristiche di queste due varianti il ​​più rapidamente possibile. “Ci poniamo quindi la domanda su quale sarà l’impatto di questa mutazione” sulla circolazione virale, spiega Public Health France.

Quanti casi di contaminazione sono stati identificati?

Se è difficile determinare con precisione le caratteristiche di trasmissibilità, fuga immunitaria o gravità di queste due varianti, è perché per il momento le autorità sanitarie hanno pochissimi dati su questi lignaggi: “Abbiamo meno di 300 sequenze a nostra disposizione nel nostro database internazionale”, spiega Santé Publique France.

Leggi anche:
Covid-19: cosa sappiamo della nuova variante XE, combinazione di BA.1 e BA.2

In Francia, diversi attori sono responsabili del monitoraggio di queste nuove mutazioni. Santé Publique France, i centri di riferimento nazionali e gli altri partner del cosiddetto sistema “Emergen”, hanno così rilevato un caso di contaminazione con il sotto-lignaggio BA.4 – legato secondo le autorità ad un viaggio in Africa dal Sud . Nel Paese sono stati riscontrati anche altri due casi di infezione da BA.5.

Quanto è pericoloso e quanto è trasmissibile?

Sebbene queste due varianti siano soggette a una maggiore sorveglianza, non sono necessariamente considerate “preoccupanti”. Questa sorveglianza, “è un modo per seguire l’evoluzione del virus, spiega Santé Publique France. Ciò che è importante per noi è associare determinati lignaggi a segnali epidemiologici o clinici. tre casi di contaminazione che sono stati rilevati nel Paese” non hanno rivelano ogni elemento preoccupante in termini di sintomatologia e presentazione clinica”.

Leave a Comment