Nuova Zelanda: sempre più gatti e sempre meno uccelli


tuun flagello molto difficile da combattere. In Nuova Zelanda, la conservazione degli uccelli si sta trasformando in una vera e propria lotta a causa di numerose specie invasive che stanno causando la diminuzione della popolazione di uccelli. Oltre ai predatori “classici” come ratti e opossum, le autorità neozelandesi si trovano ad affrontare un’invasione di molto di più… animali domestici: i gatti. Secondo Roba da Wellington, il 41% delle famiglie neozelandesi ha un gatto domestico. A questo si aggiungono i milioni di gatti selvatici la cui proliferazione è fuori controllo e incontrollata.

Le prime vittime di questo flagello sono gli uccelli, tra cui il prezioso kiwi, simbolo per eccellenza della Nuova Zelanda. Secondo Il guardianoVenerdì 8 aprile, i gatti selvatici (tra i quali sicuramente scivolano alcuni gatti domestici) sono responsabili della morte di almeno 1,12 milioni di uccelli ogni anno. Per questo motivo, alcune specie di uccelli sono minacciate di estinzione.

Niente più parassiti entro il 2050?

Questo problema non è nuovo poiché uno dei casi più eclatanti di estinzione risale alla fine del XIX secolo. Gli ultimi scriccioli di Stephens Island furono uccisi dal gatto di un guardiano del faro nel 1894. La specie estinta fu ribattezzata scricciolo Lyall, dal nome del guardiano del faro.

LEGGI ANCHEPiù di 150.000 specie animali e vegetali sono scomparse dall’anno 1500

Ma recentemente collettivi e associazioni di tutela hanno iniziato a pensare a soluzioni per impedire la proliferazione dei gatti selvatici e l’uccisione di sempre più uccelli. Nel 2016 è stato persino messo sul tavolo un disegno di legge radicale: che si faccia di tutto per garantire che i parassiti (ratti e gatti selvatici) siano sradicati dall’arcipelago entro il 2050. Ma gli amanti dei gatti hanno fatto sbarramento.

Finora non è stata messa in atto alcuna soluzione concreta. Ma la SPCA, l’associazione nazionale per la protezione degli animali, sta facendo una campagna per regolamentare la sterilizzazione dei gatti domestici.


Leave a Comment