Noirmoutier: e la Marina è in voga!

CRITICA GASTRONOMICA – Lo chef 2 stelle Alexandre Couillon ha raggiunto una maturità impressionante. Dotato del pesce come del suo orto, offre una cucina straordinaria al porto dell’Herbaudière.

Riconosciamo i più grandi chef per la loro capacità di sorprendere senza rinunciare al loro stile ma spingendolo sempre più in là verso la sua più chiara espressione. Liberarsi dai “piatti d’autore” che prendono in ostaggio la loro immaginazione e bloccano i loro ospiti in un percorso segnalato – che, inevitabilmente, finisce per annoiare sia lo chef che i buongustai. Comprendere il loro terroir per fornire un’interpretazione la cui prova suscita ammirazione.

Alexandre Couillon fa parte del club, valutato 19/20 da Gault&Millau, detentore di 2 stelle Michelin. La casa che ha a Noirmoutier con la moglie Céline, sul porto dell’Herbaudière, vale il lungo viaggio che ti ha portato lì, di fronte all’oceano. Non puoi andare oltre, se non partire per l’America: resta.

Sorpresa, quindi. La cena del 23 marzo, vicina alla perfezione, prevedeva in particolare un piatto antologico, sobriamente intitolato: «Rombo, gambo di bietola e foglia legati, succo di testa». Mentre Alexandre Couillon officia…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora il 79% da scoprire.

Coltivare la tua libertà è coltivare la tua curiosità.

Continua a leggere il tuo articolo per 1€ il primo mese

Sei già iscritto? Login

Leave a Comment