“Noi avvocati non vogliamo una giustizia comunitaria, oscurantista”

Il recente tentativo di imporre il velo alla scuola di addestramento forense rivela il presunto proselitismo islamista di alcune comunità religiose all’interno dell’istituto giudiziario. Stanno così emergendo sempre più incidenti, violazioni inaccettabili che danneggiano la nostra professione e la nostra giustizia repubblicana. Oggi compaiono sui banchi di formazione dei futuri avvocati. Domani saranno presi di mira gli impiegati ei magistrati della sede e del parquet.

Per questo, di fronte a questa pericolosa progressione del fatto religioso all’interno delle nostre file, noi avvocati e ausiliari della giustizia ci esprimiamo prima che sia troppo tardi. Come ultimi baluardi della libertà, non possiamo decidere di far moltiplicare gli atti di attivismo religioso, dannosi per la nostra professione e Buonaper i litiganti. Se accogliamo con favore le parole inequivocabili del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Parigi ricordandole nel 2015 “l’indossare la veste è ovviamente esclusivo di indossare qualsiasi segno religioso distintivo”ogni bar è un regolatore e temiamo che la situazione si evolva in base a incidenti e decisioni particolari, oltre che per mancanza di coraggio o abbandono delle autorità.

Obbligo di neutralità

Accettare di indossare il velo all’interno della nostra istituzione significherebbe accettare che la religione ha la precedenza sull’opera della giustizia. Non possiamo permettere un tale simbolo. Deve prevalere solo l’indossare l’abito, simbolo di autorità, neutralità e dignità di giustizia, valori comuni al popolo di palazzo. Solo l’indossare la veste garantisce l’unità di tutti i servitori della giustizia. Solo l’indossare l’abito ci trascende. Ferocemente indipendenti, noi avvocati siamo fermamente contrari all’indossare un simbolo religioso che costituisce indubbiamente una manifestazione di dipendenza.

“È in gioco l’indipendenza della nostra professione. È in gioco l’indipendenza della magistratura. »

Noi avvocati esigiamo di mantenere una giustizia che garantisca a tutti la possibilità di essere giudicati in un recinto preservato dalle incursioni religiose. Noi avvocati non vogliamo una giustizia comunitaria, oscurantista. Noi avvocati non vogliamo una giustizia velata. Noi avvocati ingiuriamo solennemente al Conseil national des barreaux, sotto la sua giurisdizione, di redigere norme procedurali nazionali, e per non abbandonare la decisione di vietare l’uso del velo da parte di un avvocato, di integrare l’obbligo etico di neutralità religiosa . È in gioco l’indipendenza della nostra professione. In gioco c’è l’indipendenza della magistratura.

Firma:

AIDAN Norbert, foro di Marsiglia

BALLING Louis, bar di Parigi

BONO Sébastien, bar di Parigi

BRETZ Ariane, bar di Parigi

CAILLIEZ Louis, bar di Parigi

CAMPOCASSO Sylvie, Avvocato di Marsiglia

CELLIER Roxane, bar di Parigi

CHABERT Patrick, foro di Rouen (ex presidente)

CONESA Camille, foro di Parigi

COTTERET Brice, bar di Parigi

CUINAT Pierre, foro di Dijon (avvocato onorario) DE MONTBRIAL Thibault, foro di Parigi

DE VILLELE Ludovic, foro di Parigi

DMARCQ Guillaume, bar di Amiens

DRAI Rémi-Pierre, bar di Parigi

EL HAITE Najwa, bar di Parigi

FATIMI Lara, bar di Parigi

FLECHER Henri, foro di Tolone

HENRIQUET Pascale, Avvocato di Bordeaux (avvocato onorario)

HUGONIE Jean-Marc, foro di Parigi (avvocato onorario)

GIOVANOVIC Anne, foro di Parigi

LAVAL Michel, bar di Parigi

MANUEL Paula, bar di Parigi

MARGUET Bruno, foro di Parigi

MARTINEZ Jean, Avvocato di Marsiglia

MASSON Caroline, bar Hauts-de-Seine

MICHEL Brice, bar di Parigi

OBADIA Sophie, bar di Parigi

PONS Frédérique, bar di Parigi

POUJOL Kevin, bar di Parigi

PY Aurélien, Grenoble Bar

ROUVIER Gilles, Bar di Parigi

SAMSON Emélie, bar di Parigi

SAUVAGE Nicolas, bar di Parigi

TEITGEN Francis, foro di Parigi (ex presidente)

TESTU Hugues, foro di Parigi

TOPALOFF Sylvie, bar di Parigi

VALENTIN Caroline, foro di Parigi

VIOTTOLO Agnès, bar di Parigi

WEILL-RAYNAL Aude, bar di Parigi

Leave a Comment