“Ne esco molto provato, sconvolto da questo processo” confida l’avvocato di Nicolas Zepeda

Sollecitata dai media fin dall’inizio del processo davanti alla Corte d’assise del Doubs, del suo cliente, il cileno Nicolas Zepeda, accusato di aver ucciso la sua ex fidanzata Narumi Kurosaki nel dicembre 2016 a Besançon, Io Jacqueline Laffont ha parlato per la prima volta questo venerdì, al termine dei dibattiti e di due settimane di audizione.

Il processo interrotto a mezzogiorno riprenderà lunedì con le varie memorie. Il verdetto è atteso martedì 12 aprile. Nicolas Zepeda rischia l’ergastolo.

intensità dolorosa

Me Laffont considera questo processo “difficile” per tutti. “Parto molto provato, molto sconvolto da questo processo, disse l’avvocato. Penso che fosse di un’intensità drammatica e dolorosa raramente raggiunta. Ho sperimentato molte prove d’assise, e questa è stata speciale” insiste l’avvocato.

Lei dà il suo cliente una “costanza”. “Sono passati cinque anni da quando ha affermato di non aver ucciso Narumi Kurosaki. Gli ho fatto le domande io stesso, ricorda l’avvocato. Ha risposto alla sua stessa Difesa, al suo stesso avvocato. Questa è stata la sua posizione costante per cinque anni”.

Per visualizzare questo contenuto di Twitter, devi accettare i cookie Social networks.

Questi cookie consentono di condividere o reagire direttamente sui social network a cui si è collegati o di integrare contenuti inizialmente pubblicati su questi social network. Consentono inoltre ai social network di utilizzare le tue visite ai nostri siti e applicazioni a fini di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Gestisci le mie scelte

Jacqueline Laffont che aggiunge che “l’unico momento forse in cui Nicolas Zepeda ha avuto uno spazio di genialità, di lasciar andare questo controllo di cui tutti parliamo, beh, è ​​stato proprio quando ha urlato così.

Il mistero resta intero secondo la Difesa

Dopo la discussione,”siamo lì, e siamo ancora con lo stesso mistero. Cos’è successo quella notte?«Una questione che sarà quindi al centro delle memorie di Me Laffont e Me Benedetti, questo lunedì 11 aprile 2022. L’avvocato che ricorda che il zone misteriose esistevano prima del processo, e che loro esiste ancora.

Julie Benedetti e Jacqueline Laffont, avvocati di Nicolas Zepeda, accusato di aver ucciso Narumi Kurosaki nel dicembre 2016 a Besançon, si presenteranno lunedì davanti alla Corte d’assise del Doubs. © Radio Francia
Anne Fauvarque

Cosa è successo, come possono essere successe le cose? Sono state fatte tutte le domande?” mi chiede Laffont. “Sono qui, lei riconosce. L’hai sentito come me, questa è la posizione del mio cliente. E difenderò il mio cliente.

Un desiderio di dominare secondo gli esperti psichici

Questo venerdì, l’esperto psichiatra ha spiegato che Nicolas Zepeda aveva “una personalità che ha tendenza a manipolare gli altriL’avvocato di Nicolas Zepeda ritiene che questa perizia non sia all’altezza della posta in gioco, precisando che il colloquio è durato solo un’ora, con un interprete, mentre l’imputato era in isolamento. .

L’esperto psicologo ha proposto a deficit di empatia. Questo è il modo di essere dell’imputato: “Ha difficoltà a parlare spontaneamente“Questi tratti della personalità, sono passati nove giorni da quando il pubblico ministero e gli avvocati delle parti civili li hanno notati.

Per visualizzare questo contenuto di Twitter, devi accettare i cookie Social networks.

Questi cookie consentono di condividere o reagire direttamente sui social network a cui si è collegati o di integrare contenuti inizialmente pubblicati su questi social network. Consentono inoltre ai social network di utilizzare le tue visite ai nostri siti e applicazioni a fini di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Gestisci le mie scelte

L’udienza, sospesa questo venerdì alle ore 12, riprenderà lunedì 11 aprile alle ore 10.00.

I nostri articoli da leggere sul caso Narumi

Leave a Comment