Multimedia | Smart Assistant: verso la fine del comando “OK Google” per determinate azioni

(ETX Daily Up) – Con esperienza in inglese dall’autunno del 2021, è ora disponibile in francese la rimozione del famoso “OK Google” per poter eseguire determinati comandi ricorrenti sotto l’assistente di Google. Le possibilità restano limitate e solo gli smartphone Pixel di ultima generazione possono trarne vantaggio.

Per le query classiche, “OK Google” rimane un comando essenziale. Ma per dare l’allarme o rifiutare una chiamata in arrivo, non è più necessario. Soggetto al possesso di un Pixel 6.

Al momento, i compiti specifici coinvolti sono rari. Così, tra i primi scenari forniti da Google c’è, ad esempio, il fatto di dover ripetere un allarme. In questo caso, basta dire “Ripeti” per far funzionare lo smartphone. Per rifiutare una chiamata con un semplice comando vocale, questa volta devi dire “Rifiuta”. Alla fine, a questo elenco potrebbero essere aggiunti altri comandi comuni come accendere la luce o riprodurre musica.

Questo tipo di miglioramento all’Assistente Google va comunque nella direzione della cronologia, una modalità “Conversazione” che già permette di lanciare una serie di comandi senza dover ripetere sistematicamente “OK Google” prima di ognuno di essi.

Attenzione però, questa nuova funzionalità non è abilitata per impostazione predefinita. Devi quindi andare nelle opzioni dell’Assistente Google e convalidare l’opzione dedicata alle “Espressioni rapide”. Ciascuno di essi può essere (disattivato).

Oltre al francese, anche il giapponese, il tedesco, lo spagnolo e l’italiano sono compatibili con questa nuova funzionalità.

David Benard

Leave a Comment