Morte di un talentuoso avvocato tributario

Ingrandire

Io Michael Citrome non è più… Fonte: LinkedIn

Me Michel Cirome morì improvvisamente all’età di 41 anni.

Questo avvocato fiscale era entrato a far parte di De Grandpré Chait come partner lo scorso gennaio.

All’età di 17 anni, Michael Citrome ha iniziato la sua vita professionale come giornalista per la Montreal Gazette. Ha prodotto principalmente articoli relativi al campo della finanza. Ma la sua borsa di studio andava oltre la rubrica degli affari: era interessato alla cultura giapponese, come l’hip-hop, e diversi stili musicali.

Per tredici anni, Michael Citrome ha pubblicato una rubrica finanziaria settimanale sul Montreal Mirror, fino alla scomparsa del giornale nel 2012.

Mentre studiava legge, ha partecipato allo sviluppo di babyTEL, un servizio di telefonia IP per i social network.

Michael Citrome è poi entrato a far parte di Hutchins Legal, uno studio specializzato in diritto aborigeno, dove era amministratore commerciale. Allo stesso tempo, è consulente della NPO Otakuthon, che organizza un festival di animazione a Montreal.

Nel 2011, dopo essere diventato membro dell’ordine degli avvocati, Me Michael Citrome è entrato a far parte del team fiscale di Spiegel Sohmer a Montreal. Si occupa di contenzioso tributario, pianificazione fiscale e fiscalità internazionale.

Quattro anni dopo, EY lo ha reclutato per espandere il suo team di consulenti fiscali a Montreal e Toronto. Si occupa di verifiche fiscali e addebiti, nonché di ricorsi dinanzi alla Corte Tributaria del Canada e alla Corte del Quebec.

Alla fine del 2020, Me Michael Citrome è volato a Dubai, dove è diventato un avvocato fiscale senior presso Al Tamimi & Company, il più grande studio legale del Medio Oriente.

Rimarrà un anno a Dubai, prima di tornare a Montreal per unirsi a De Grandpré Chait.

“La sua improvvisa partenza lascia un vuoto all’interno dell’azienda così come per chi ha avuto modo di conoscerlo. Lo ricorderemo per la sua ricca conoscenza, la sua curiosità e la sua grande generosità”, saluta un comunicato stampa di De Grandpré Chait. L’azienda ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Molte testimonianze e omaggi salutano la memoria di Me Michael Citrome alla sua notizia di morte. “È stato un piacere lavorare e collaborare con Michael durante il suo periodo in EY. Era anche, e soprattutto, una persona meravigliosa. Ha sempre dato se stesso ed è rimasto fedele ai suoi valori ebraici”, testimonia Guillaume Jegerpartner presso EY.

“Michael era un avvocato fiscale estremamente intelligente e astuto. (…) Michael era incredibilmente colto e aveva una conoscenza enciclopedica di quasi tutto nel mondo”, scrive Giovanni Israele Galambosavvocato fiscale presso Miller Thompson.

“Michael era un uomo estremamente gentile e intelligente, un collega e un essere umano stimato. Possa la sua memoria essere una benedizione per tutti coloro che lo hanno conosciuto”, saluta Stefano Salomoneavvocato tributario presso De Grandpré Chait.

Il giornalista che era Michael Citrome ha segnato anche gli spiriti. “Sono devastato nell’apprendere di questa perdita prematura. Ero l’editore di Michael al Mirror e sapevo che era uno scrittore brillante e affidabile con un grande senso dell’umorismo e un uomo gentile e premuroso. Mi mancherà rivederlo in giro per la città, né il suo sorriso accogliente”, rende omaggio Patrick Lejtenyiconsulente per le relazioni pubbliche presso l’Università della Concordia.

Michael Citrome ha conseguito un dottorato in giurisprudenza in diritto comune, una laurea in diritto notarile e una laurea in giurisprudenza presso l’Università di Montreal. Ha inoltre conseguito un Bachelor of Arts in Giornalismo presso la Concordia University e un Certificate in Law Studies presso la China University of Political Science and Law.

A me Michael Citrome è sopravvissuto il coniuge, l’avvocato Angely MQ Pacise il loro bambino.

Leave a Comment