Monkey vaiolo: un caso di virus Monkeypox rilevato in Occitania, cinque casi in totale in Francia

l’essenziale
Martedì 24 maggio in Francia sono stati confermati due nuovi casi ufficiali di infezione da virus Monkeypox, di cui uno identificato in Occitania.

I risultati dell’epidemia di vaiolo delle scimmie (vaiolo delle scimmie, nota dell’editore) ora è a 5 casi in Francia, secondo un ultimo comunicato stampa di Public Health France. Sono stati identificati due nuovi casi in Occitania e Auvergne-Rhône-Alpes.

“Ad oggi, in Europa, questi casi si sono verificati principalmente, ma non solo, in uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, senza legame diretto con persone di ritorno da aree endemiche”, dettagliano in un comunicato le autorità sanitarie francesi. .

Al 25 maggio 2022, in Francia sono stati segnalati 5 casi confermati di Monkeypox: 3 in Ile-de-France, 1 in Auvergne-Rhône-Alpes e 1 in Occitania.

“Contaminazione in Europa”

“Nella consueta assenza di Monkeypox in Europa e di un legame segnalato dai casi identificati con un’area a rischio, l’attuale contesto europeo costituisce un allarme e suggerisce una contaminazione in Europa”, notano gli esperti.

Nei giorni scorsi la presenza di questo raro virus, endemico in alcune regioni dell’Africa, è stata segnalata in diversi paesi europei, tra cui Gran Bretagna, Francia o Spagna, oltre che negli Stati Uniti. Le autorità mediche, inclusa l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ritengono che il rischio che questa malattia si diffonda ampiamente sia ridotto.

Leave a Comment