Molti uccelli depongono le uova un mese prima di un secolo fa

― Vishnevsky Vasily / Shutterstock.com

Gli scienziati indicano in un nuovo studio che diverse specie di uccelli negli Stati Uniti stanno nidificando e depongono le uova un mese prima di cento anni fa. Per raggiungere questa conclusione, hanno confrontato campioni di uova recenti con uova più vecchie.

I ricercatori hanno preso in considerazione i dati su 72 specie di uccelli nell’area di Chicago

Questa nuova ricerca è stata condotta dal Field Museum of Natural History di Chicago, Illinois, ed è stata pubblicata sulla rivista Giornale di ecologia animale. I ricercatori hanno confrontato raccolte di uova secolari con uova deposte più di recente per stabilire le tendenze di deposizione delle uova negli ultimi 120 anni. Hanno scoperto che circa un terzo delle 72 specie di uccelli prese in considerazione nello studio nidificano e depongono uova in media 25 giorni prima rispetto a un secolo fa.

Gli scienziati hanno cercato di capire le ragioni che hanno indotto gli uccelli a deporre le uova prima. Erano principalmente interessati all’aumento delle temperature medie, che da diversi anni è causa di diversi problemi per la fauna selvatica. Solo che un secolo fa non avevano dati sulle temperature della regione.

Il riscaldamento globale sta causando questo cambiamento.

I ricercatori hanno quindi utilizzato i livelli di anidride carbonica nell’atmosfera per riempire i dati mancanti sulle temperature nel corso degli anni, poiché queste sono ben documentate grazie a varie fonti. Risultati: i cambiamenti nell’anidride carbonica erano ben correlati con i cambiamenti nelle date di deposizione delle uova, il che significa che i cambiamenti di temperatura hanno un impatto sul comportamento degli uccelli.

Gli scienziati spiegano che un piccolo aumento della temperatura è sufficiente per sconvolgere il comportamento biologico degli uccelli. In particolare, questo fa sì che le piante fioriscano prima e gli insetti emergano prima. Tuttavia, molte specie di uccelli si nutrono di insetti e quindi hanno bisogno di uscire prima per trovare cibo, costruire i loro nidi e deporre le uova.

John Bates, l’autore principale dello studio, osserva che ” questi stress non hanno necessariamente condannato nulla all’estinzione, ma stanno decisamente cambiando le condizioni che tutti questi organismi devono affrontare. E può avere ramificazioni davvero grandi. »

Leave a Comment