Miliardi di zanzare geneticamente modificate rilasciate negli Stati Uniti

Rory Morrow Regno Unito 4 minuti
Le zanzare maschi non mordono né diffondono malattie.
Le zanzare maschi non mordono né diffondono malattie.

L’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA) ha autorizzato il rilascio di oltre 2 miliardi di zanzare geneticamente modificate negli stati della California e Floridacon l’obiettivo di combattere malattie come la febbre dengue e il virus Zika.

Il progetto pilota è il prodotto dell’azienda biotecnologica britannica Oxitec, specializzata nel controllo biologico dei parassiti. Il progetto è un’estensione di un pilota di successo realizzato nell’arcipelago delle Keys nel 2021.

Oxitec prevede di rilasciare 2,4 miliardi di zanzare Aedes aegypti non pungentigeneticamente modificato per produrre solo prole maschio vitale. Quando i maschi si riproducono, trasmettono il gene autolimitante alla generazione successiva. In questo modo, la popolazione di Aedes aegypti si sovraccarica di maschi, causando un calo della popolazione.

Un lavoro dentro

La zanzara Aedes aegypti è originaria dell’Africa ma da allora si è diffusa nelle regioni tropicali e subtropicali di tutto il mondo. È stato rilevato per la prima volta in California nel 2013, prima di intraprendere un’espansione della gamma negli Stati Uniti che ha visto la specie diffondersi in più di 25 stati.

Aedes aegypti è noto per diffondere una serie di malattie mortali tra cui febbre dengue, febbre gialla, virus Zika e Chikungunya. La specie si nutre di una vasta gamma di uccelli e mammiferi, con una preferenza per l’uomo.

Tuttavia, come per tutte le zanzare, solo le femmine si nutrono di sangue, usandolo per far maturare le uova. I maschi sono innocui e non diffondono malattie, preferendo invece nutrirsi di frutta.

“Data la crescente minaccia per la salute rappresentata da questa zanzara negli Stati Uniti, stiamo lavorando per rendere questa tecnologia disponibile e accessibile”, ha affermato Gray Frandsen, CEO di Oxitec. “Questi programmi pilota, in cui possiamo dimostrare l’efficacia della tecnologia in diversi contesti climaticigiocherà un ruolo importante in questo senso”.

Aedes aegypti si è diffuso in gran parte degli Stati Uniti meridionali e orientali.
Aedes aegypti si è diffuso in gran parte degli Stati Uniti meridionali e orientali.

Modificare geneticamente le zanzare maschi per impedire loro di produrre prole femminile è un modo efficace per ridurre le popolazioni di zanzare ed è una soluzione più rispettosa dell’ambiente rispetto all’utilizzo di pesticidi. I piretroidi – un gruppo di pesticidi comunemente usati per controllare le zanzare – sono tossici per insetti come api e libellule, così come per la vita acquatica.

Gli avversari mettono in dubbio la sicurezza

Mentre l’EPA lo ha concluso il progetto è innocuo per l’uomo e l’ambiente, gli oppositori sollevano preoccupazioni per le conseguenze indesideratein particolare per quanto riguarda la potenziale interazione delle zanzare con l’antibiotico tetraciclina.

Questo antibiotico può essere trovato nelle acque reflue delle fattorie ed è noto per invertire i cambiamenti genetici nelle zanzare, consentendo la produzione di prole femminile.

L’EPA ha quindi stabilito che le zanzare non possono essere rilasciate entro 500 metri dagli impianti di trattamento delle acque reflue, dalle aree di allevamento o dagli allevamenti di frutta.. Affinché il progetto vada avanti, spetta ora alle autorità di regolamentazione statali in Florida e California fornire i permessi a Oxitec.

Leave a Comment