Mediterraneo – Sterne e pivieri, due specie di uccelli in via di estinzione: è tuttavia possibile correre in loro soccorso

Si tratta di due specie in via di estinzione che vengono a nidificare lungo le nostre coste. Uccelli dotati di qualità incredibili, in termini di mimetismo e mimetismo. Questo è ciò che li rende vulnerabili, soprattutto perché un singolo disturbo è sufficiente per sconvolgere l’intera colonia e perdere così una generazione. Per dare loro una possibilità, sono state istituite zone di protezione e viene lanciato un appello alla responsabilità.

Sono discreti, pesano meno di 100 grammi, sono capaci di exploit in volo e sono nella lista rossa degli uccelli vulnerabili. Sulla costa dell’Aude e dei Pirenei orientali si annunciano gli arrivi del fraticello e dei pivieri turchi.

Per il terzo anno consecutivo sono predisposte aree difensive temporanee per la loro protezione, al fine di preservare le future covate. La più importante è la città di Torreilles, vicino alla foce del Bourdigou, luogo prediletto dagli uccelli marini. Due piccoli ettari, materializzati da una rete e da pannelli informativi, sono quindi, per decreto comunale, vietati all’uomo e soprattutto ai cani. Un “coriandolo” su questo tratto di costa, che per le sue condizioni è stato scelto da sterne e pivieri per diventare luogo di riproduzione.

Questi uccelli sono estremamente sensibili ai disturbi

Per Thierry Auga-Bascou del Parco Marino: “Questi uccelli migratori sono favolosi nel loro mimetismo, sono i re del mimetismo. Le loro uova sembrano ciottoli e i nidi sono fatti sulla duna stessa, con ramoscelli raccolti dalla linea del mare. Ha un tale successo che il loro nido e le loro uova possono essere calpestati senza accorgersene. Questi uccelli sono estremamente sensibili al disturbo, una sola intrusione e l’intera colonia vola via! Quindi, per preservarli, l’area deve essere tranquillizzata il più possibile”.

Sia per gli escursionisti che per gli utenti dello stagno, vengono visualizzate spiegazioni sull’interesse delle zone di protezione.
Barone Cubillas – Elodie Cubillas

Occorre quindi una presa di coscienza generale, per dirigenti, associazioni di difesa e comuni, che sostengono l’operazione. Resta da convincere escursionisti e visitatori estivi dell’importanza capitale di quella che può essere definita “una riserva di dune”. Tanto più che il mezzo è efficace, come è stato dimostrato nella primavera del 2020. Mentre la Francia è confinata, gli osservatori notano la presenza di una quindicina di coppie, nell’area protetta vicino a Bourdigou, e soprattutto la prima nascita di un pulcino di sterna. Ma la vittoria è di breve durata, in un weekend di deconfinamento, l’ingresso nell’area dei camminatori ha inseguito la colonia, condannando così una generazione.

Lanciato un appello dei cittadini

Nel 2021 la sensibilizzazione continua e il successo c’è, questa volta per i Kentish Plovers che si insediano nell’area protetta. La sterna non si fermò, atterrò più a nord dell’Aude e della costa dell’Hérault.

L'immagine è rara e incoraggiante per tutti coloro che sono coinvolti nella biodiversità.  Questo pulcino di piviere salverà la specie, se rispettiamo tutte le aree di nidificazione.

L’immagine è rara e incoraggiante per tutti coloro che sono coinvolti nella biodiversità. Questo pulcino di piviere salverà la specie, se rispettiamo tutte le aree di nidificazione.
E.A.B

Quest’anno sterne e pivieri sono attesi più che mai. Alcuni giorni fa, con l’intensificarsi dei passaggi su questo corridoio migratorio, se ne sono visti alcuni. Una speranza per i loro protettori che hanno preparato un caloroso benvenuto a Torreilles, sullo stagno di Sidrières (Leucate), a Coudalère (Barcarès) e sugli isolotti di Saint-Laurent-de-la-Salanque.

Un’operazione che può riuscire solo se accompagnata da una consapevolezza generale. Lanciato l’appello dei cittadini: “dobbiamo proteggere, informare, sensibilizzare. Devi anche sapere che disturbare una specie protetta è un reato, punibile con una multa fino a 250.000 euro e 2 anni di reclusione. Il vincolo per salvare queste specie è semplice, basta non entrare nelle zone delimitate dalle reti e tenere il cane al guinzaglio Per gli utenti del laghetto Salses-Leucate, kitesurf, windsurf, paddle, la navigazione è regolamentata e si materializzano i posti a difesa, sempre con informazioni a monte”.

L'istituzione della zona di protezione è attiva fino a metà agosto.

L’istituzione della zona di protezione è attiva fino a metà agosto.
UPVD – Lou Baron

Un’azione di protezione collettiva esemplare

Poiché l’unità è forza, questa azione di protezione collettiva è esemplare. Unisce le missioni ambientali dell’Ufficio francese per la biodiversità, Pyrénées-Méditerranée Métropole, il sindacato misto Rivage (manager di Natura 2000) e i loro rappresentanti per concludere: “Da oggi fino a metà agosto, il rispetto delle zone di protezione è fondamentale. Dobbiamo accordarci per condividere un po’ di spazio per salvare queste due specie. Senza questa nidificazione, la sterna e il piviere sono condannati. Quindi, per favore, agiamo per il loro futuro , semplicemente non calpestando le loro uova. Non dobbiamo essere complici di una scomparsa programmata, ma possiamo facilmente essere attori della loro protezione!”.

Una partnership esemplare tra i protettori dell'Ufficio francese per la Biodiversità, la metropoli Perpignan-Mediterranea, il sindacato misto Rivage (manager di Natura 2000).

Una partnership esemplare tra i protettori dell’Ufficio francese per la Biodiversità, la metropoli Perpignan-Mediterranea, il sindacato misto Rivage (manager di Natura 2000).
UPVD – Lou Baron

Leave a Comment