Mazamet: Sonia recupera il suo cane Maya sei anni dopo il suo furto

l’essenziale
Sonia ha trovato Maya sei anni dopo essere stata derubata. La storia finisce bene ma ci ricorda che è fondamentale identificare il proprio animale e soprattutto assumersene la responsabilità fino alla fine.

“Maya è rimasta rinchiusa in un appartamento all’ultimo piano di un edificio a Mazamet per sei anni. Ora è libera. Sonia racconta l’incredibile storia di Maya, il cane di sua madre, residente ad Aussillon.
“Tutto è iniziato nel 2016 intorno a maggio. Maya era un cane in fuga all’epoca. Spesso scappava e noi la cercavamo sempre. Improvvisamente, il chip e la sterilizzazione erano più che raccomandati. Dopo la sua sterilizzazione, Maya scompare. Impossibile trovarla. Unica speranza, è scheggiata, un elemento chiave per il resto della storia.
“Un vicino di mia madre ci dice che una signora ha preso Maya. Abbiamo trovato questa signora che vive a Mazamet. Siamo andati a trovarla ma non siamo riusciti a metterci in contatto con lei. Vive in un edificio all’ultimo piano. »
Sonia lascia un corrimano alla stazione di polizia di Mazamet.
“Nel frattempo, mia madre ha intercettato la signora al mercato e le ha fatto scandalo per restituirci Maya. Sfortunatamente, è stata attenta a nascondere o affidare Maya a qualcuno poiché la polizia ha visitato la sua casa due volte senza trovare un cane. Sonia decide quindi di guardare la signora e andare a prendere Maya all’uscita del suo edificio.
“L’abbiamo osservata per settimane e anche alcune notti mentre la portava fuori di notte e niente… la signora era sempre sola. »
Sonia si rassegnò, sperando che Maya fosse viva e che un giorno si sarebbe salvata.
“Ho denunciato Maya a tutti i veterinari e l’ho dichiarata rubata. »
Nella vita, non dovresti mai perdere la speranza. L’adagio è stato verificato. “Recentemente, ero in vacanza a New York e ho ricevuto una chiamata dal mio veterinario. Mi informa che Maya è lì! Una signora ha chiamato e ha insistito perché venisse a casa sua per sopprimere Maya con il pretesto che zoppicava, che aveva mal d’orecchi e che faceva la cacca dappertutto. »
Il veterinario non voleva venire. Era una vicina della signora che ha portato Maya all’ufficio veterinario con le regole per l’eutanasia. “L’assistente del veterinario aveva un dubbio, vista l’insistenza della signora che continuava a chiamare per sapere se fosse stato fatto. Quindi ha controllato il chip ed era la mia Maya rubata sei anni fa. »
Sonia ha imbarcato Maya al rifugio di Aussillon fino al ritorno dal suo viaggio.
“C’erano quattro persone in ufficio e Maya è venuta direttamente da me e mi ha reso felice. Ho donato 100€ al rifugio per ringraziarli. I soldi della signora sono stati usati per pagare le cure veterinarie e la pensione. »
Maya è stata curata, ha sofferto di un’infezione all’orecchio e le sue unghie erano troppo lunghe, nessun motivo per sopprimerla. “Maya compirà 10 anni a maggio ed è super dinamica e non ha problemi di salute. È perfettamente pulita. Penso che la signora se ne sia occupata per quegli anni ma ancora non capisco la sua voglia di farlo sparire. »

Leave a Comment