Marine Le Pen “diventa comprensiva” grazie ai “suoi gatti e alla sua coinquilina”: protesta un ministro

Con la sua passione per i gatti e la sua vita condivisa, Marine Le Pen si è data una nuova immagine. Una strategia che preoccupa uno dei ministri a pochi giorni dal primo turno, come si legge nelle colonne di Gli Obs, questo giovedì 7 aprile.

Éric Zemmour l’ha moderata ei suoi gatti l’hanno ammorbidita. A pochi giorni dal primo turno delle elezioni presidenziali del 2022, la nuova capitale della simpatia di Marine Le Pen è fastidiosa. Soprattutto perché potrebbe benissimo giocare a suo favore nella cabina elettorale, questa domenica 10 aprile. Nelle colonne Gli Ossdi questo giovedì 7 aprile un ministro è preoccupato:Con i suoi gatti e il suo compagno di stanzaè diventata comprensiva. Chi vuole trasferirsi per bloccare Le Pen“. Un timore giustificato dai sondaggi che lo annunciano al secondo turno delle elezioni presidenziali del 2022.

Mentre Emmanuel Macron sarebbe diventato impopolare con il ritiro a 65 anni, Raphaël Llorca, autore di Nuove maschere di estrema destra (a cura di L’Aube) sottolinea la strategia del candidato RN :Vuole indossare una maschera ‘neutra’, senza conflitti o passioniper smobilitare gli elettori contrari, per cullare il fronte repubblicano”. Risultato: i nostri colleghi riferiscono che appare come la seconda figura politica più positivadopo Édouard Philippe nell’ultimo sondaggio Elabe – Les Echos. “Prima si divideva molto, ma possiamo vedere che la sua immagine si sta ammorbidendo, levigandosi nell’opinione pubblica”, osserva Bernard Sananès, presidente di Elabe.

>> FOTO – Scopri gli uomini che hanno contato nella vita di Marine Le Pen

Le confidenze di Marine Le Pen sulla sua passione per i gatti

Quindi, se fosse stata eletta Marine Le Pen, ci assicura che i suoi fedeli compagni la seguiranno. “Avrò sempre i miei gatti quando sarò Presidente della Repubblica”, ha detto lo scorso ottobre a RTL. Appassionato, il parlamentare del Pas-de-Calais avrebbe approfittato della reclusione a ottenere un diploma di allevatore di gatti professionale. Potrebbe persino farne una carriera. Nelle colonne di parigino nel 2015, dopo la sconfitta alle elezioni regionali, confidava: “Potrei fermare tutto. Fai qualcos’altro. Un allevamento di gatti per esempio“.

Vedendosi invecchiare circondata dai suoi animali, si è confidata nel rapporto che ha con loro Partita di Parigi “Sono animali eccezionalmente intelligenti. Mi danno una gioia profonda, consolami, dammi molta dolcezza in questo mondo di bulli. Il gatto non è mai in conflitto, è un animale indipendente”. È anche la sua coinquilina che si prende cura dei suoi animali quando lei non c’è: “Lei gestisce l’amministrazione, i gatti, prepara i club sandwich per gli ospiti di passaggio”, segnalato L’Espresso, il 28 marzo.

Crediti fotografici: ELYxandro Cegarra / Panoramic / Bestimage

Leave a Comment