Macellazione silenziosa tra gli uccelli di una riserva a Panama

Il formichiere ocellato, Phaenostictus mcleannaniè uno degli ospiti della foresta pluviale nel Parco Nazionale di Soberania, Panama. Come il 70% delle specie di uccelli che lo frequentano, la sua popolazione è in declino: alcune hanno perso più della metà del loro numero in quarant’anni. Solo un colibrì e una pulcinella di mare hanno visto aumentare il loro numero di individui. Questa cupa osservazione è fatta nel PNAS del 4 aprile da un team dell’Università dell’Illinois che, dal 1977, effettua il conteggio degli uccelli ogni sei mesi. Il declino ha sorpreso ancora di più i ricercatori poiché i 22.000 ettari del parco sono rimasti in linea di principio preservati per più di cinquant’anni. Lo studio non permette di identificare le ragioni di questo calo della popolazione, né di estrapolarlo all’intera foresta tropicale, ma gli scienziati si interrogano sull’impatto del riscaldamento globale. Si preoccupano degli squilibri causati da questa perdita di biodiversità: gli uccelli, che disperdono semi, impollinano e si nutrono di insetti, sono una componente fondamentale della foresta tropicale.

L’area contributi è riservata agli iscritti.

Iscriviti per accedere a questo spazio di discussione e contribuire alla discussione.

sottoscrivi

Contribuire

Leave a Comment