Listeria: richiamo di sei formaggi venduti da metà marzo nei supermercati

È probabile che i controllori della qualità del marchio subiranno forti pressioni nelle prossime settimane. Dopo Kinder (cioccolato) e Buitoni (pizza), martedì è stata lanciata una nuova campagna nazionale di richiamo di sei formaggi provenienti da un caseificio a marchio Graindorge (gruppo Lactalis) e commercializzati dai grandi rivenditori. Questi prodotti caseari potrebbero contenere il batterio responsabile della listeriosi, secondo il sito governativo Rappel Conso.

Questa campagna, di cui non si conosce subito l’entità, riguarda un brie, due coulommier e due Normanville – cinque formaggi a latte crudo – prodotti nella Fromagerie de Livarot, che appartiene a Graindorge. I formaggi richiamati possono contenere Listeria monocytogenes (agente causale della listeriosi).

Questa infezione alimentare è rara – poche centinaia di casi all’anno in Francia -, ma una volta dichiarata è particolarmente mortale: circa un quarto dei pazienti muore. Il periodo di incubazione può durare fino a otto settimane. Graindorge è un marchio specializzato nell’acquisto e nella lavorazione del latte crudo, di proprietà dal 2016 di Lactalis.

I formaggi in questione sono commercializzati in tutta la Francia da metà marzo nei supermercati dei marchi Auchan, Leclerc, Casino, Carrefour, Intermarché, Cora, Système U, ma anche Schiever (molto presente nel Nord-Est) e negozi di alimentari “WE Anti Gaspi”. Un altro coulommier commercializzato da Franprix e recante lo stesso numero di lotto è soggetto a richiamo alle stesse condizioni.

I più fragili devono stare in allerta

Il sito del governo consiglia di restituire i prodotti per il rimborso o di distruggerli. Le persone che hanno consumato i prodotti e hanno la febbre, isolate o accompagnate da mal di testa e dolori muscolari sono invitate a consultare il proprio medico.

Le donne in gravidanza, le persone immunocompromesse e gli anziani dovrebbero prestare particolare attenzione a questi sintomi, si specifica. La procedura di revoca dovrebbe concludersi il 19 aprile. Il numero di identificazione dei lotti richiamati è 250222LI9 e il bollo sanitario o timbro è FR 14.371.001 CE, secondo il sito rappel.conso.gouv.fr.

Questa campagna arriva sulla scia di un massiccio richiamo delle pizze surgelate del marchio Buitoni, dopo diversi gravi casi di contaminazione di bambini da parte del batterio Escherichia coli e decessi, forse legati al consumo di questi prodotti. Su questo caso è in corso un’indagine.

Due settimane prima di Pasqua, sono state rilevate diverse decine di casi di salmonellosi anche in Europa e i sospetti si rivolgono ai prodotti di cioccolato Kinder realizzati in Belgio e richiamati dal produttore Ferrero.

Leave a Comment