L’interesse al dettaglio per Bitcoin sta diminuendo, come mostrano i dati di Google

L’aumento dei prezzi di Bitcoin (BTC) ha raggiunto $ 69.000 l’anno scorso e un intervallo superiore a $ 40.000 quest’anno non ha suscitato un interesse costante da parte dei rivenditori, suggeriscono i dati di una ricerca di Google Trends.

Le ricerche globali di Bitcoin hanno raggiunto i livelli di metà 2020 il 22 aprile 2022, con letture di 17 per la settimana dal 17 aprile al 23 aprile. Si tratta di un calo relativo rispetto alla lettura di 76 di maggio 2021.

Google Trends consente agli utenti di confrontare il volume relativo delle ricerche. Tuttavia, questo non significa che il numero totale di ricerche per questo termine stia diminuendo, solo che la sua popolarità sta diminuendo rispetto ad altre ricerche. Una linea discendente significa che la popolarità di un termine di ricerca rispetto ad altri termini popolari sta diminuendo.

L’interesse per Bitcoin ha raggiunto il suo picco nel 2017. Rispetto a quello, l’interesse di ricerca è sceso nel 2021 e ha raggiunto livelli visti l’ultima volta nel 2020 questa settimana. (Google Trend)

I dati suggeriscono che la maggior parte delle ricerche di bitcoin provengono dalla Nigeria, seguita da El Salvador e Austria. Queste query di ricerca sono relative ad altri termini o parole chiave ricercati in queste regioni, il che significa che i nigeriani hanno cercato bitcoin di più di quanto non abbiano cercato altre parole chiave, ma non era necessariamente superiore ai numeri di ricerca aggregati, ad esempio, dagli Stati Uniti.

Ma nonostante l’apparente declino dell’interesse per Bitcoin, alcuni analisti affermano che le folle di vendita al dettaglio stanno gravitando verso nuovi settori e mercati all’interno dello spazio crittografico, come i token della finanza decentralizzata (DeFi) o i blocchi blockchain di livello 1 come Solana e Avalanche.

“Il prezzo di Bitcoin è aumentato più volte, con la sua soglia di investimento che sta diventando più alta per i nuovi utenti”, ha spiegato Johnny Lyu, CEO di KuCoin, in un messaggio di Telegram. “Ma da allora sono apparse molte nuove criptovalute chiamate altcoin che gli utenti ritengono possano essere più interessanti come investimenti. »

Lyu ha aggiunto che la rapida presenza e popolarità dei memecoin ha gradualmente spostato l’attenzione degli utenti dal bitcoin rispetto agli ultimi anni.

Egor Volotkovich, Direttore Esecutivo di EVODeFi Cross-Chain Solutions, ha fatto eco a questo sentimento. “I giochi DeFi, NFT e blockchain sono aree di interesse che ora attirano investitori a tutti i livelli”, ha affermato.

“Gli investitori al dettaglio sono più interessati a esplorare queste altre innovazioni che l’ecosistema blockchain ora offre, il che spiega il calo delle tendenze di ricerca indipendentemente dai differenziali di prezzo tra oggi e gli ultimi due anni”, ha aggiunto Volotkovich.

Nel frattempo, alcuni come Vasja Zupan, presidente dell’exchange di criptovalute Matrix, sostengono che i dati della ricerca non rappresentano l’interesse degli investitori istituzionali.

“Google Trends non riflette gli interessi istituzionali e professionali. E penso che i prezzi attuali riflettano maggiormente l’interesse e l’ingresso nel mercato di questi gruppi rispetto alla pura vendita al dettaglio”, ha affermato in un’e-mail a CoinDesk. “Man mano che Bitcoin maturerà, vedremo un impatto minore sulla vendita al dettaglio, ad eccezione dei periodi di picco dei cicli rialzisti e maggiore influenza della domanda istituzionale”, ha aggiunto Zupan.

Aziende come il produttore di analisi aziendali MicroStrategy e il produttore di auto elettriche Tesla hanno acquistato bitcoin per miliardi di dollari negli ultimi due anni, a differenza dei cicli precedenti del 2018 e precedenti.

Bitcoin era scambiato a poco più di $ 40.500 al momento della scrittura ed è in calo del 2,5% nelle ultime 24 ore, secondo i dati di CoinGecko.

Leave a Comment