L’epatite di origine sconosciuta colpisce i bambini nel Regno Unito, l’OMS “monitora attentamente la situazione”

L’OMS sta attualmente esaminando una serie di casi di epatite la cui origine è sconosciuta, verificatasi nel Regno Unito e che, per alcuni bambini, ha assunto una forma grave richiedendo anche trapianti di fegato.

Decine di bambini sono stati colpiti da epatite di origine sconosciuta. Principalmente nel Regno Unito, dove sono stati segnalati un totale di 74 casi, indica un comunicato stampa dell’OMS inviato all’AFP e citato da diversi media venerdì 15 aprile, che indica anche che tre casi sono stati identificati in Spagna.

I bambini, generalmente di età inferiore ai dieci anni, soffrono di sintomi come vomito, dolore addominale, diarrea o addirittura ittero. Le autorità sanitarie riferiscono che i soliti virus dell’epatite non sono stati trovati nei bambini colpiti.

Sei trapianti

In alcuni, la malattia ha assunto forme gravi. Se non si devono deplorare decessi, sei bambini in totale hanno dovuto sottoporsi a un trapianto di fegato.

Le autorità sanitarie britanniche stanno studiando in particolare l’ipotesi di un’infezione da parte di un altro virus. L’OMS ha indicato in particolare che il Covid o l’adenovirus erano stati rilevati in diversi casi senza che fosse ancora chiaro il loro ruolo nello sviluppo di questa malattia.

Fai attenzione ai segni di epatite

Se l’Oms vuole essere rassicurante ricordando che “ad oggi non è stato individuato nessun altro fattore di rischio epidemiologico, in particolare i recenti viaggi internazionali”, indica anche “un attento monitoraggio della situazione”.

In merito alle misure da adottare, Meera Chand, dell’agenzia britannica per la sicurezza sanitaria, ha ricordato l’importanza di misure igieniche “normali” e ha invitato i genitori a rimanere attenti ai segni di un’infezione e a rivolgersi a un medico in caso di dubbio o preoccupazione.

Leave a Comment