Léna, 12 anni, ricoverata in ospedale per 2 mesi dopo aver mangiato una pizza Buitoni

“L’unica cosa che ci è stata detta è che sarà la lotta di una vita”: i genitori della giovane Léna, 12 anni, vivono alla giornata da quando la figlia ha mangiato una pizza della gamma Fraich’Up dei Buitoni brand il 14 febbraio, ditelo ai nostri colleghi di L’Est Républicain.

La bambina è stata contaminata da batteri E. coli dopo aver consumato questo prodotto.

Tirò fuori la lingua, vide doppio, i suoi occhi andarono in tutte le direzioni

Da due mesi è ricoverata in ospedale a Nancy (Meurthe-et-Moselle) e il suo stato di salute è peggiorato. Rianimazione, dialisi… Léna era preda di reazioni incontrollate. “Ha tirato fuori la lingua, ha visto doppio, i suoi occhi sono andati in tutte le direzioni”, dice suo padre. Léna è stata poi immersa in un coma artificiale prima di svegliarsi con gravi disturbi neurologici.

Oggi è il nulla totale

“Léna non reagisce più, non comunica più, non risponde più a stimoli sonori e visivi” riferiscono i genitori di Léna che hanno cessato le loro attività professionali a seguito di questa tragedia familiare.

“Oggi è il nulla totale. Léna è come rinchiusa in un corpo che non gestisce più. Non sappiamo nemmeno se è consapevole di ciò che sta accadendo “, descrivono. Attualmente è alimentata con sondino nasogastrico.

I genitori di Lena hanno sporto denuncia. Il loro legale precisa di avere già tra le mani almeno 45 dossier relativi a questo consumo di pizze contaminate da E. coli.

Un’indagine è stata aperta dalla procura di Parigi per “omicidio colposo”, “inganno” e “messa in pericolo di altri”.

Leave a Comment