le regioni in cui dovrai essere particolarmente vigile quest’estate

L’ESSENZIALE

  • Quest’estate, le zecche portatrici della malattia di Lyme proliferano in diverse aree della Francia, tra cui il Grand Est, la regione del Centro e il Limosino
  • Secondo uno studio recente, oltre il 14% della popolazione mondiale è già stata colpita dalla malattia di Lyme.

Attenzione alle zecche! Ogni estate ci siamo abituati a diffidare di insetti come vespe, zanzare, calabroni… ma anche zecche. In particolare quelli che trasmettono Malattia di Lyme.

Quest’anno le aree del Grand Est (Alsazia, Lorena), la regione del Centro e quelle del Limosino dovranno essere oggetto di maggiore vigilanza, se ci riferiamo a una mappa recentemente pubblicata dall’Institut National Institute for Agricultural Research (INRAE). Le zecche portatrici di Lyme vivono tipicamente nei boschi, nelle praterie e nelle aree urbane con vegetazione come i parchi.

L’infezione può manifestarsi dopo 7-14 giorni

La malattia di Lyme non è contagiosa ma è trasmessa dal morso di una zecca portatrice di borreliosi. L’infezione può manifestarsi dopo 7-14 giorni da una reazione della pelle al morso della zecca. Relativamente benigno, provoca eruzioni cutanee e segni simili a quelli di uno stato simil-influenzale (stanchezza, febbre, brividi, mal di testa).

Ma se non trattata, questa infezione acuta può diventare cronico e si diffonde dalla pelle a tutto il corpo, con rischi di complicazioni che possono interessare diversi organi (articolazioni, cervello, cuore, ecc.).

Cosa fare se morso?

Si consiglia di rimuovere la zecca il prima possibile utilizzando una pinzetta o un estrattore di zecche, reperibile in farmacia. Una volta rimossa la zecca, è importante disinfettare accuratamente la ferita con alcol o una soluzione antisettica.

In caso di placca rossa infiammatoria persistente tra 3 e 30 giorni dopo il morso, è necessario consultare un medico perché è un eritema migrante, sintomo della malattia di Lyme. È quindi necessario un trattamento antibiotico.“, specifica il sito dell’Assicurazione sanitaria.

Secondo uno studio pubblicato il 14 giugno sulla rivista BMJ Salute globaleoltre il 14% della popolazione mondiale ha avuto la malattia di Lyme.

Leave a Comment