l’avvocato di Cédric Jubillar avrebbe esercitato pressioni sulla madre del suo cliente

Secondo Le Point, la denuncia riguarda me Jean-Baptiste Alary, l’avvocato di Cédric Jubillar, sospettato di aver esercitato pressioni su Nadine Fabre, la madre del suo cliente. Anche me Jessica Chebaroudi, l’ex avvocato di Nadine Fabre, sarebbe presa di mira da questo rapporto. Questi due avvocati avrebbero cercato in particolare di dissuadere Nadine Fabre dal cambiare avvocato dopo le sue osservazioni a una radio locale.

Nel settembre 2021, Nadine Fabre appare in uno spettacolo chiamato 100% chiaroveggenza. Non pensando di essere registrata, chiede di parlare con un medium. Esprime così i suoi dubbi sulla colpevolezza di suo figlio nell’omicidio di Delphine Jubillar. Dice anche di essere “convinta” che suo figlio sia “colpevole”. Prima di ritrattare. Ma nonostante la sua richiesta di non trasmettere le sue osservazioni, estratti dell’appello vengono pubblicati sul sito web della radio e hanno un effetto valanga sui media.

Cambio di avvocato

Il suo avvocato, Me Jessica Chebaroudi, inizialmente minaccia la radio di attaccarlo per frode e violazione della privacy. Ma finisce per raggiungere un accordo con i media. In cambio della mancata trasmissione delle osservazioni, Nadine Fabre si impegna a rilasciare un’intervista alla radio. È in questo contesto che diversi parenti della madre di Cédric Jubillar gli consigliano di cambiare avvocato. Nonostante le pressioni a cui sarebbe stata sottoposta, ha comunque deciso di cambiare. Io Antoine Vey e me Géraldine Vallat siamo stati i suoi nuovi difensori da questo caso.

Leave a Comment