L’avvocato di Britney Spears accusa gli ex manager di contribuire alla sua tutela per arricchirsi

PROVA – L’ex manager della star avrebbe agito con il supporto di Jamie Spears, il padre della star

Chi ha beneficiato del delitto? Nel caso della tutela di Britney Spears, e secondo l’avvocato della cantante, è dalla parte di Tri Star Sports and Entertainment Group che dobbiamo guardare. Mathew Rosengart, che guida una crociata per conto del suo cliente contro tutti i gruppi o individui che hanno usato il nome della popstar per arricchirsi durante la sua tutela, è tornato alla carica con nuove accuse, rivelate da varietà e il giornalista di Hollywood.

Gli atti del tribunale depositati dall’avvocato affermano che i dirigenti di Britney Spears, che hanno officiato tra il 2008 e il 2020, sono stati direttamente coinvolti nella creazione della procedura di tutela, e che questa decisione li ha portati, direttamente o indirettamente, a ben 18 milioni di dollari. .

Ruolo poco chiaro

Mathew Rosengart afferma anche che è grazie al supporto di Jamie Spears, il padre dell’artista, che Tri Star è diventata ricca.

“Tri Star, Lou Taylor e Robin Greenhill hanno tutti negato che Tri Star fosse coinvolto nella creazione della tutela. Tri Star ha affermato all’epoca “Al momento in cui la tutela è stata istituita da questa corte all’inizio del 2008, Tri Star non aveva alcun ruolo negli affari della signora Spears”. Ma queste smentite di Tri Star e dei suoi rappresentanti sono false. Tri Star ha ricevuto più di 18 milioni di dollari (…) Leggi di più in 20 minuti

Leggi anche:
Taylor Swift ha pubblicato un nuovo singolo… Britney Spears e Sam Asghari si sono trasferiti…
Arrestato mentre cercava di rovinare il suo matrimonio, l’ex di Britney Spears rimarrà in prigione fino al processo
Il padre di Britney Spears vuole che sua figlia ripeta le sue accuse contro di lei sotto giuramento

Leave a Comment