“Labbra spaccate”. Gli avvocati di Amber Heard descrivono il “mostro” in Johnny Depp.

Episodi di “rabbia” sfociati in aggressioni verbali, fisiche e sessuali: i legali di Amber Heard hanno descritto martedì in un tribunale americano l’inferno che avrebbe vissuto la giovane attrice, vittima del marito Johnny Depp trasformato secondo loro in un “mostro” da droghe e alcol.

Johnny Depp arriva in tribunale a Londra il 17 luglio 2020 per il suo processo per diffamazione contro il tabloid britannico The Sun

AFP/Archivi

L’ex coppia si accusa a vicenda di diffamazione durante questo processo a Fairfax, vicino a Washington, che deriva da un articolo pubblicato sul Washington Post nel 2018. Amber Heard si è descritta come una “vittima di violenza domestica” vittima di bullismo da parte della società dopo essere uscita dal silenzio due anni prima.

“Una rabbia enorme” che lo ha trasformato in un “demone”

Ma gli avvocati dell’attore di Pirati dei Caraibi denunciano false accuse che hanno avuto un effetto “devastante” sulla sua carriera.

Amber Heard “amava il lato di Johnny che vediamo nei film, carismatico, affascinante, generoso, è l’uomo di cui si è innamorata”, ha detto ai giurati il ​​suo avvocato Elaine Bredehoft.

“Ma sfortunatamente il mostro è apparso e questo mostro è apparso quando beveva o si drogava”, ha aggiunto, riferendosi a cocktail di alcol, droghe, cocaina, ecstasy e funghi magici. .

Johnny Depp aveva in sé “un’enorme rabbia” che lo trasformava in un “demone” ed “è stato durante questi episodi di rabbia che ha attaccato verbalmente, psicologicamente, fisicamente e sessualmente” Amber Heard, mi ha spiegato Bredehoft.

Ha raccontato diverse scene di violenza, in particolare nel marzo 2015 in Australia, dove Johnny Depp stava girando il quinto episodio di “Pirati dei Caraibi”.

“Lividi e labbra spaccate”

L’attrice non si è mai separata da un kit per il trucco per nascondere i lividi sul viso, ha detto l’avvocato che prevede di mostrare alla giuria “foto scioccanti” con “lividi, labbra spaccate, capelli strappati”.

“Vedrete il vero Johnny Depp, al di là dei red carpet, della notorietà e dei soldi dei costumi da pirata”, aveva affermato in precedenza un altro avvocato dell’attrice, Ben Rottenborn.

Nella sua rubrica, l’attrice 35enne non ha nominato Johnny Depp, 58 anni, che ha sposato nel 2015.

L’anno successivo, ha chiesto un ordine cautelare per tenerlo lontano, sostenendo di essere stata picchiata dall’attore. Ma aveva ritirato le sue accuse come parte del loro divorzio, concluso con il botto e un assegno di 7 milioni di dollari nel 2017.

Dopo la pubblicazione di questo forum, l’ex poliziotto sotto copertura di “21 Jump Street”, che nega di aver mai picchiato la moglie, ha sporto denuncia per diffamazione, chiedendo 50 milioni di dollari di danni.

L’attrice aveva a sua volta intentato una causa per diffamazione per ottenere 100 milioni di dollari.

L’avvocato di Johnny Depp, Benjamin Chew, lo ha denunciato in apertura dei dibattiti per “parole devastanti quando sono false e dette pubblicamente”.

“Amber Heard ha cambiato per sempre la vita e la reputazione del signor Depp e lo sentirai raccontare il terribile impatto che ha avuto sulla sua vita”, ha detto ai giurati.

Vendetta

Secondo Benjamin Chew, Amber Heard aveva accusato suo marito di violenze nel 2016 per vendicarsi di lui dopo la sua decisione di divorziare.

E due anni dopo, “sulla scia del movimento MeToo” che denunciava la violenza sessuale e “poco prima dell’uscita del film Aquaman” in cui recitava, Amber Heard “scelse di ricordare al mondo queste accuse velenose in un giornale”, ha assicurato.

L’attore ha intentato la causa nello stato della Virginia, dove viene stampato il Washington Post e dove il quadro giuridico è più favorevole alle denunce di diffamazione rispetto alla California, dove risiedono i due attori.

I due ex coniugi assistono al processo, trasmesso in diretta televisiva e che dovrebbe essere molto ben frequentato. Dovrebbe durare diverse settimane e la lista dei testimoni è degna dei grandi film hollywoodiani: il miliardario Elon Musk, compagno dell’attrice dopo il divorzio, gli attori James Franco e Paul Bettany, e l’attrice Ellen Barkin.

Questo scenario ricorda quello che si è svolto nel 2020 a Londra. All’epoca, Johnny Depp fece causa alla casa editrice del quotidiano The Sun dopo un articolo che lo presentava come un marito violento.

Una dozzina di assalti

Chiamata a testimoniare, la sua ex moglie aveva descritto una dozzina di aggressioni commesse, secondo lei, da un marito trasformato in “mostro” dal suo uso eccessivo di droghe.

Aveva ammesso di aver fatto uso di troppe droghe e alcol, ma ha detto di non aver mai messo la mano su una donna.

La giustizia britannica si era finalmente pronunciata a favore del tabloid.

Dopo questa battuta d’arresto, la carriera dell’attore ha subito un tuffo ed è stato estromesso da diversi progetti, incluso il sesto episodio di “Pirati dei Caraibi”.

AFP

Leave a Comment