La pinta Au Bon Vin di Chardonne, l’ultima locanda vodese ad essere ancora macellaio, ha chiuso – rts.ch

Giovedì sera ha chiuso i battenti il ​​ristorante Au Bon Vin di Chardonne, nel canton Vaud. La coppia di inquilini ha rinunciato al grembiule dopo oltre 30 anni trascorsi in forno, al bar e in macelleria. Ma il comune sta valutando l’acquisto dell’immobile.

Thierry e Héléna Sax, i gestori del ristorante, hanno deciso di ritirarsi dopo aver tenuto la pinta per 31 anni. Non è stato possibile trovare alcun acquirente, in particolare perché il costo per adeguare questa struttura agli standard promette di essere notevole.

Era l’ultima pinta vodese che veniva macellata ogni settimana da più di un secolo. “È un lavoro abbastanza pesante, perché le nostre macellerie le abbiamo sempre fatte e siamo stati gli ultimi nel cantone a farlo. Non ci siamo goduti la vita, diremo, quindi ora ci rimettiamo un po’ in disparte”, spiega Thierry Sax alle 12:30 dell’RTS Friday.

Speranza di riapertura

“È triste” vedere il ristorante chiudere, si rammarica Thierry Sax. Ma “c’è ancora una piccola speranza che il comune entri nel ballottaggio e che si possa fare qualcosa per salvarlo”, si augura il giovane pensionato.

“Faremo di tutto per cercare di mantenere una pinta a Chardonne”, conferma il sindaco Fabrice Neyroud alle 19:30. Una lettera è stata inviata alla famiglia proprietaria dei locali per sapere se è possibile un’acquisizione dell’edificio.

Perché per molte persone i caffè sono parte della storia, dell’identità e dell’anima di una città. L’anno scorso Losanna ha anche assegnato un’etichetta a 44 dei suoi caffè storici.

>>Leggi anche: A Losanna verranno valorizzati e tutelati 44 caffè storici

>> Ascolta anche il reportage delle 12:30

Chiusura del ristorante Au Bon Vin a Chardonne (VD) / 12:30 / 2 min. / Venerdì alle 12:37

Argomenti radiotelevisivi, Maria Blasco e Carole Pantet

Tela di adattamento, Caryl Bussy

Leave a Comment