La National Security Agency avverte degli effetti collaterali di Pfizer

Lo stato della vaccinazione in Francia

La pandemia di COVID-19 ha colpito il mondo intero in modo molto grave. Ad oggi sono più di 6 milioni i morti nel mondo, di cui oltre 138.000 sul nostro territorio. La Francia non è stata risparmiata e ha subito l’intero peso della malattia dalla Cina.

Per fortuna il vaccino contro questa terribile malattia è arrivato come un salvatore, o quasi. Il produttore Pfizer è stato tra i primi a produrre un vaccino efficace, insieme a quello di Moderna. Improvvisamente, il mondo intero è stato in grado di respirare. Le campagne di vaccinazione sono collegate. Nonostante molte riserve, questi sono andati bene. Al giorno d’oggi, quasi il 78% della popolazione francese ha ricevuto la vaccinazione completa.

Anche il governo ha fatto di tutto per questo, in particolare attraverso il pass vaccinale. Questo è stato fortemente contestato. Tanto più che il vaccino Pfizer (o anche Pfizer-BioNTech, o Cominarty) come quello di tutti i suoi concorrenti si rivela inefficace contro le varianti Delta e Omicron. Tuttavia, previene lo sviluppo di forme gravi della malattia. Il numero dei decessi legati al COVID-19 è così diminuito drasticamente. Tuttavia, nonostante i risultati molto positivi su scala macroscopica, alcuni hanno pagato il costo della vaccinazione.

Pfizer nel mirino dell’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali

L’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari è un’istituzione pubblica francese. La sua missione principale è valutare i rischi per la salute presentati dai medicinali e dai prodotti sanitari destinati agli esseri umani. Dalla pandemia di COVID-19, i vaccini di Pfizer e dei suoi concorrenti sono stati esaminati.

Nel marzo 2022, l’agenzia ha prodotto un rapporto dettagliato sul monitoraggio degli eventi avversi a seguito della vaccinazione con Pfizer-BioNTech. Quest’ultimo non è il più rassicurante. Possiamo notare la comparsa di vari sintomi ma anche di una sindrome che sembra legata alla vaccinazione.

L’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali ha effettuato nuove analisi e statistiche dei casi dichiarati dall’inizio della vaccinazione a seguito della valutazione effettuata nel rapporto 18 pubblicato il 24 settembre 2021. In totale, si registrano ben 43 casi Parsonage-Turner sindrome, di cui 27 nel nuovo periodo studiato.

La sindrome di Parsonage-Turner è anche nota come nevralgia amiotrofica. Il sintomo principale è un’infiammazione del plesso brachiale, cioè un gruppo di nervi, che si trova tra la spalla e la clavicola. Questo può eventualmente causare la perdita muscolare. Questa condizione sembra colpire principalmente gli uomini intorno ai 40 anni.

La sindrome di Parsonage-Turner provoca molto dolore e sensazioni di scosse elettriche. Il braccio fa male, diventa pesante. Questa malattia si manifesta in tre fasi distinte. In primo luogo, la fase infiammatoria porta a forti dolori alla spalla. Quindi, i malati notano una diminuzione della forza e della mobilità. Infine, soffrono di una perdita di massa muscolare.

Lo studio dettagliato dei casi gravi dopo una vaccinazione Pfizer

L’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali ha esaminato e analizzato tutti i casi con un esperto neurologo. 18 dei casi presentati non sono stati conclusivi per collegarli direttamente al vaccino Pfizer. Tuttavia, per i restanti 25 casi, è stato possibile stabilire un nesso di causalità. 7 di questi casi di sindrome di Parsonage-Turner sono comparsi dopo la prima dose, altri 14 dopo l’iniezione della seconda dose e gli ultimi 4 casi sono comparsi dopo la dose di richiamo.

Di questi 25 casi legati alla vaccinazione Pfizer, 9 pazienti sono completamente guariti o sono in via di guarigione. Un altro viene recuperato, ma ha sequele. Infine, 14 pazienti non sono ancora guariti, specifica l’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari nel suo aggiornamento del 19 marzo 2022.

L’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari ha contato 8 casi di una particolare forma di sindrome di Parsonage-Turner. Parliamo quindi di forma focale, forma atipica o forma principiante. Questi sono termini clinici. Sono stati anche in grado di osservare una ricaduta in una persona con una storia di Parsonage-Turner, da cui apparentemente si era completamente ripresa.

Ancora più strano, un caso riportato mostra un caso di sindrome di Parsonage-Turner controlaterale al braccio vaccinato con Pfizer. Cioè, la persona ha avuto i sintomi sul braccio opposto. Molti casi particolari vengono aggiunti all’elenco. Tuttavia, devi rimanere positivo. Questi 49 casi di sindrome di Parsonage-Turner non sono nulla in confronto alle 109.210.000 iniezioni che sono state eseguite il 10 marzo 2022.


Leave a Comment