La folle traversata di Obi il cane smarrito scuote i social

Da quando se n’è andato tre mesi fa, Obi ha viaggiato per centinaia di miglia. Una cavalcata seguita sui social dove le segnalazioni sono costantemente pubblicate su pagine dedicate. Da Monflanquin, Obi si è poi unito a Bournel, poi Cancon, Villeneuve-sur-Lot, Castella, Colayrac, Agen, Nérac e Mézin fino a essere avvistato nelle Landes, a Gabarret, questo venerdì 8 aprile.

Mobilitazione via rete

Durante il suo viaggio, questo cane che sembra un grande barboncino marrone, ha mobilitato molti residenti di Lot-et-Garonne: “È quasi diventato una star sui social network”, rimarca Marie Delong, sorpresa dal numero di persone che si sono fatte avanti per provare per fermare la fuga. Il suo proprietario non conta più i viaggi di ritorno dalla Dordogna per cercare di recuperarlo: “Poco dopo che è scappato, abbiamo anche condotto una ricerca su Cancon dove era stato segnalato più volte, con una ventina di persone, invano”, racconta Marie Delong.

Ad Agen, dove ha soggiornato per diversi giorni a marzo, tra il quartiere Pin e Floréal, Jean-Louis Fauchié è venuto a passeggiare per le strade due sere di seguito senza successo: “Avevamo contattato una mangiatoia per gatti randagi che lo aveva visto venire a mangiare nelle ciotole. E abbiamo scoperto che dormiva su una sdraio. Ancora una volta, impossibile da catturare. Sembra che ogni volta che si sente riconosciuto, Obi torna sulla strada. »

E più precisamente sulla RN 21 dove è stato avvistato più volte, sfiorato da mezzi pesanti: “È un cane molto intelligente, ipersensibile, ma molto pauroso. Stiamo cominciando a disperare di poterlo recuperare un giorno ”, lamenta Marie Delong.

Leave a Comment