la diversità nelle squadre rimane un mito

Sono appena usciti nuovi dati sulla diversità nell’occupazione nelle grandi aziende tecnologiche. Vengono da noi da Deloitte e mostrano che i progressi sono stati notati per diversi anni, soprattutto per il posto delle donne in Apple e nei suoi concorrenti, ma anche per quello di persone con diversi colori della pelle.

Donne, sempre più presenti, ma…

Nella top 20 delle più grandi aziende tecnologiche del mondo, dal 2019, il posto delle donne è sempre più importante. Solo il 30,8% di loro ha lavorato in queste aziende nel 2019. Ora sono il 32,9%.

L’evoluzione è positiva, certo, ma resta molto piccola. Tanto più che la percentuale è ancora più bassa se guardiamo alle posizioni alte. Infatti, in quelli che vengono chiamati “ruoli tecnici”, le donne erano il 22,4% 3 anni fa. Quest’anno sono il 25%. Nei ruoli dirigenziali, la percentuale di donne è passata dal 21,2% al 25,3% in 3 anni.

Dov’è Apple?

Nota che Apple è al di sopra di queste medie. L’azienda californiana avrebbe il 34% di donne tra i suoi dipendenti in tutto il mondo, il che corrisponde più o meno alle cifre ufficiali. Questo è 4 punti in più rispetto al 2017. Dal lato della gestione siamo intorno al 30%.

Possiamo vedere chiaramente che la parità è ancora lontana dall’essere raggiunta, se si vuole considerare questo obiettivo. Dobbiamo ugualmente sottolineare i progressi fatti, perché partiamo da lontano: c’è 87% in più di donne in posizioni senior in Apple nel 2022 rispetto al 2014 !

Le donne non sono le uniche persone sottorappresentate in GAFAM, questo vale anche per le persone con un colore della pelle diverso dal bianco. Anche qui Apple sta facendo progressi, in particolare per le sue posizioni di leadership. Ma c’è davvero qualcosa di cui essere felici? Dove possiamo vedere che ci sono ancora anni di lotta per uscire da questa situazione ingiusta, con aziende in cui quasi 7 dipendenti su 10, soprattutto per posizioni importanti, sono ancora uomini e uomini bianchi.

i-nfo.fr – App ufficiale iPhon.fr

Di: Keleops AG

Leave a Comment