Jérémy, un ristoratore di Spa, ha preso la decisione di combattere il “no-show”

Il problema del “mancato arrivo”, queste persone che prenotano in un ristorante e poi non vengono, non è nuovo. Ma ultimamente, dalla ripresa del settore della ristorazione dopo i confinamenti dovuti al Covid, ha raggiunto proporzioni preoccupanti.

“Ieri abbiamo affrontato il nostro più grande giorno di no-show e cancellazioni dell’ultimo minuto! (…) Siamo passati da 43 copertine a 20! Con tre tavoli che non hanno rispettato le loro prenotazioni e quattro tavoli cancellati lo stesso giorno, di cui uno per 10 persone! “, spiega Jérémy Finck, il proprietario dell’hotel-ristorante La Cour de la Reine a Spa. Un locale di qualità, classificato da Gault&Millau e Michelin. Tuttavia, anche lui subisce tutto il peso della mancanza di buone maniere dei clienti che cancellano senza preavviso.

>> Il ristorante è duramente colpito dal “no-show”: Jérémy denuncia questa pratica.

>> Lo Spadois ha quindi preso una decisione forte per combattere questo fenomeno: d’ora in poi il “mancato arrivo” costerà caro ai suoi autori…

Leave a Comment